CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.08.2018

Parcheggi per i disabili Il caso diventa politico

Polemiche politiche attorno al caso dei parcheggi ospedalieri
Polemiche politiche attorno al caso dei parcheggi ospedalieri

Ci pensa la politica a rialzare la temperatura in calo anche a Montichiari. Colpa della brusca interruzione della convenzione con gli Spedali civili di Brescia per i controlli della Polizia locale nei parcheggi dell’ospedale. La scelta dell’amministrazione comunale del sindaco Mario Fraccaro, ufficializzata in una riunione di giunta, sarebbe nata anche in seguito alle lamentele di alcuni multati, i quali non si sono evidentemente fatti scrupoli nel protestare delle sanzioni ricevute per aver tranquillamente occupato i posti riservati ai disabili. L’incredibile «rivolta» ha investito ovviamente anche il comando della Polizia locale, e che sia stata determinante o meno, la giunta ha deciso di fare marcia indietro e di azzerare convenzione e controlli. NATURALMENTE la cosa non è passata inosservata in ambito politico, e la Lega è partita all’attacco: «La questione dei parcheggi interni all’ospedale è un problema che deve essere gestito in sinergia tra l’ospedale stesso e il Comune in quanto si tratta di una struttura che fornisce un essenziale servizio pubblico», ha commentato il capogruppo in Consiglio Marco Togni. Ma è sulla questione contrattuale che l’esponente del Carroccio è più perplesso: «Entrambe le parti avrebbero potuto annullare la convenzione, rinnovata a febbraio, comunicandolo tre mesi prima della scadenza. Ed è qui che il Comune è inadempiente. Secondo contratto avrebbe dovuto comunicare a novembre la disdetta e soltanto dal prossimo febbraio l’intesa sarebbe decaduta. L’ente locale ha agito unilateralmente, ed è venuto meno ai propri impegni per un tornaconto elettorale. Per non avere lamentele da parte dei multati preferiscono chiudere gli occhi e trasformare il parcheggio dell’ospedale in un Far West». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1