CHIUDI
CHIUDI

03.11.2018

Muore nella roggia Vecchia mentre va in cerca di funghi

Il luogo della morte del cercatore di chiodiniAmilcare Zembi aveva 75 anni
Il luogo della morte del cercatore di chiodiniAmilcare Zembi aveva 75 anni

Ha avuto una evoluzione drammatica la mattinata di un anziano di Orzinuovi uscito ieri da casa per fare una raccolta di chiodini: forse a causa di un malore è finito nella roggia lungo la quale stava camminando e nella quale è stato ritrovato il corpo, accasciato nell’acqua e avvistato da una donna in bicicletta. Amilcare Zembi, 75 anni, se n’è andato così, mentre raccoglieva funghi lungo il fosso affiancato dalla via Castelbarco, appena fuori dall’abitato verso la frazione Barco. A scoprire la salma nell’acqua limpida della roggia Vecchia, che fiancheggia sulla sinistra la strada, è stata una signora che attorno alle 8.30 stava raggiungendo il capoluogo per il mercato settimanale del venerdì. L’avvistamento non è stato difficile, perchè le due sponde del corso d’acqua in questo periodo sono prive di rovi e sterpi. Amilcare Zembi era a testa in giù nell’acqua: in una mano stringeva ancora il falcetto usato per togliere le erbacce dai ceppi e nell’altra una borsina già quasi piena di funghi. Spaventata, la donna in bicicletta si è messa a gridare mettendo in allarme i vicini che hanno subito chiamato i soccorsi. In pochi minuti nel punto dell’incidente sono arrivate l’automedica e l’ambulanza dei volontari della Croce verde, ma è stato necessario aspettare che i vigili del fuoco recuperassero il corpo adagiandolo sulla sponda della roggia per essere certi dell’inutilità, purtroppo, della missione di soccorso. Il cuore dell’anziano si era probabilmente già fermato da tempo e ogni tentativo di rianimarlo è stato vano. Durante le operazioni i carabinieri della stazione di Orzinuovi hanno provveduto a regolare il traffico, fino all’arrivo del carro funebre. Zembi abitava in via Della Pace con la moglie Agnese ed era ancora in piena forma, benvoluto da tutti e amatissimo dalle figlie Mara e Stefania. Ieri mattina, quando sembrava che la pioggia smettesse di cadere, armato di stivali e falcetto aveva inforcato la sua bicicletta e si era diretto in via Castelbarco. Aveva parcheggiato la due ruote sul ponte della roggia Vecchia ed era sceso in acqua, per vedere meglio i funghi. AVEVA percorso non più di una cinquantina di metri setacciando la sponda quando, forse appunto per un malore, si è accasciato nella stessa roggia. È caduto e l’acqua, che in quel punto non raggiunge il mezzo metro, deve aver completato l’opera. Nessuno ha assistito alla scena: gli automobilisti diretti al mercato di Orzinuovi non potevano notare il cercatore piegato nel fosso. La salma è stata ricomposta nell’abitazione di via Della Pace, e il funerale è già stato fissato per lunedì alle 14.30, nella chiesa di San Michele Arcangelo di Coniolo. •

Riccardo Caffi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1