Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
venerdì, 15 dicembre 2017

Palasport verso il raddoppio
Merito del basket delle stelle

Al via al restyling al palazzetto dello sport di OrzinuoviUn altro scorcio dell’impianto sportivo «culla» del team di basket (BATCH)

La notizia arriva dagli uffici comunali di Orzinuovi, e renderà doppiamente felici i tifosi dei cestisti di casa. Perchè sono stati proprio i successi agonistici della squadra orceana, quella Agribertocchi neo promossa in serie A2 (prima gioia), a «costringere» a varare un ampliamento del palazzetto dello sport di via Lonato che (seconda gioia) potrà così ospitare le partite casalinghe osservando le disposizioni della Fip, la Federazione italiana pallacanestro.

Le regole per i team che militano in questa divisione prevedono infatti la disputa degli incontri in strutture con una capienza minima di 1.800 persone, mentre l’attuale casa degli sportivi orceani ha spazio solo per 700. Festeggiata la promozione, la giunta ha così approvato il progetto esecutivo presentato dalla stessa As Pallacanestro Orzinuovi che ha in gestione il palazzetto. Sul tavolo c’è un piano che prevede l’allargamento della tribuna esistente sul lato Ovest e la realizzazione di due nuove tribune, una sul fianco Nord e l’altra su quello Sud, per arrivare a una disponibilità totale di 1.820 posti.

LA SOCIETÀ ha già presentato il piano di fattibilità economico finanziaria e quello gestionale, e in allegato c’è la manifestazione di interesse della Banca Valsabbina, disponibile all’erogazione di un mutuo di 650 mila euro finalizzato alla realizzazione dell’intervento, che complessivamente ne costerà circa 890 mila. Dopo l’ok della giunta, il consiglio comunale ha dato il suo via libera alla garanzia fideiussoria a favore della banca con cui la società contrarrà un mutuo senza ipoteca. In sostanza, l’ente locale verserà al basket 39 mila euro all’anno per 15 anni per il rimborso del mutuo, mentre la parte rimanente della spesa sarà a carico della As.

L’accordo porterà in dote un palasport moderno e utilizzabile anche per eventi non sportivi. È già tutto previsto, perchè nel pacchetto presentato al municipio è indicata anche la proposta di tariffa oraria da applicare a quanti, al di fuori della società di basket, utilizzeranno l’impianto rinnovato: un «prezzo» il cui scopo è garantire il pareggio economico della gestione, dato che è esclusa la possibilità di realizzare utili.

Il piano gestionale dovrà evidenziare la descrizione delle attività sportive, motorie, ludico–ricreative che si svolgono nella struttura, con l’indicazione delle iniziative programmate in favore dei giovani ed eventualmente dei disabili e degli anziani.

Si parte, insomma. Ma durante la grande operazione di adeguamento l’edificio non dovrebbe mai essere bloccato del tutto, e per finire, tutte le opere realizzate dalla società resteranno di proprietà del Comune, padrone di casa nel palasport.