CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.02.2018

«Pirati» dell’amianto Il Comune paga i danni

L’amianto rimosso a spese del Comune dalle campagne di Orzinuovi
L’amianto rimosso a spese del Comune dalle campagne di Orzinuovi

Per uno che inquina tanti altri pagano. Buttando al vento altri 1.500 euro, il Comune di Orzinuovi è dovuto intervenire giorni fa per rimuovere pezzi di vecchi manufatti in cemento-amianto abbandonati in un fosso a lato della strada. Lo scarico illegale del materiale cancerogeno è avvenuto in aperta campagna, vicino all’incrocio tra le strade comunali che proseguono in direzione di Barbariga, Meano, Pudiano e Gerolanuova; al confine tra Barbariga, Corzano, Orzinuovi e Pompiano. POCO OLTRE il crocevia, lungo la strada per Meano ma ancora in territorio orceano sono stati abbandonati circa 10 quintali di lastre contenenti asbesto; per di più frantumate e quindi ancora più pericolose. Due operai della Olivini coperture di Pompiano, alla quale l’ente locale ha affidato l’incarico della rimozione e dello smaltimento del materiale, hanno lavorato un intero pomeriggio per raccogliere e insaccare i pezzi e per ripulire il ciglio della strada e il fosso. Stavolta nessun responsabile è stato individuato, ma a volte va meglio. Una coppia di pirati della spazzatura è stata infatti scoperta mentre abbandonava, sempre in aperta campagna ma a Borgo San Giacomo, materiali che dovevano finire in un’isola ecologica. I due, un uomo e una donna, stavano percorrendo in automobile la provinciale verso Quinzano: all’altezza della deviazione per Acqualunga hanno fermato il mezzo e hanno buttato a lato strada quattro sacchi colmi di rifiuti. Un gabianese che percorreva la stessa strada li ha però visti, si è segnato il numero di targa e ha avvertito il sindaco Giuseppe Lama e la polizia locale. «Gli agenti sono subito intervenuti e, grazie anche a una telecamera, sono risaliti all’identità dei due che, oltre al verbale, rischiano una denuncia per inquinamento» commenta Lama. • R.C.

R.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1