CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.01.2018

Testimonianze d’arte e fede L’antico affresco va salvato

L’affresco mariano di Orzinuovi da salvare
L’affresco mariano di Orzinuovi da salvare

Il cantiere non è ancora stato aperto, ma l’autorizzazione alla demolizione dell’abitazione è un fatto acquisito; prime però l’affresco sulla facciata deve essere salvato. Succede a Orzinuovi, dove il dipinto dell’apparizione della Madonna di Caravaggio sulla facciata di un edificio in via Galilei manifesta evidenti segni di degrado, ma è pur sempre una testimonianza artistica di pregio. Così il consiglio comunale ha approvato il piano di recupero dell’immobile che, in deroga alle regole del Piano di governo del territorio, consente di radere al suolo e poi ricostruire lo stabile che verrà destinato, come in precedenza, a un uso commerciale e residenziale. In aula sono stati tutti concordi per la rimozione dell’affresco, con la tecnica dello «strappo», dal muro esterno, e per la successiva ricollocazione sulla nuova facciata. In alternativa, il dipinto rimosso potrebbe essere donato al Comune. «Era giusto sollevare il problema dell’affresco che va tutelato», ha sottolineato il sindaco Andrea Ratti. Sulla facciata dell’abitazione di via Galilei è ricordata l’apparizione della Madonna a Giannetta, una contadina di Caravaggio, vittima di frequenti percosse da parte del marito abituato ad alzare il gomito. Un presunto prodigio risalente al 26 maggio 1432, considerato importante perché avvenuto molti anni prima delle apparizioni di Lourdes e Fatima. La Madonna di Caravaggio è venerata in tutta la Bassa, dove è facile imbattersi in qualche casa sulla cui parete è dipinta l’immagine della Vergine che parla alla contadina. In ogni opera, tra le due figure c’è il ruscello sgorgato nel punto in cui la Madonna ha posato i piedi, e sullo sfondo il santuario eretto in ricordo dell’apparizione. • R.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1