CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

25.11.2017

La solidarietà si mette a tavola

La scuola in Tanzania
La scuola in Tanzania

Spiedo di solidarietà a Villachiara, per la realizzazione del progetto «Una scuola di agricoltura per la Tanzania». L’appuntamento a tavola (alle 20), nella palestra, è promosso dal Comune e dall’associazione Ta.l.is.Mano di Orzinuovi, che chiamano ad un ulteriore sforzo di generosità i benefattori che hanno fin qui sostenuto la realizzazione della scuola agraria, frutto della ristrutturazione della Dabaga Farm, ex fattoria appartenuta prima ai colonizzatori tedeschi, poi agli inglesi ed ora proprietà dello Stato.

Il sito comprende una tenuta di fertile terreno, su un altopiano a circa 1800 m di altitudine, nel distretto di Kilolo, nella regione di Iringa, ai piedi del Kilimangiaro.

Nata nel 2010, Ta.l.is.Mano si propone di facilitare l’accesso all’istruzione come opportunità di promozione sociale e della salute, di sviluppo della coscienza dei propri diritti e come presupposto fondamentale per la costruzione della pace e per il confronto tra i popoli.

Le spedizioni di elettricisti, muratori, idraulici, che da Orzinuovi e Villachiara hanno in questi anni raggiunto il «cantiere» africano, hanno reso operativo il primo blocco della scuola e nei giorni scorsi una delegazione guidata dal presidente di Ta.l.is.mano Piero Maffeis ed accompagnata dal reggente dell’Ufficio Scolastico di Brescia Mario Maviglia ha preso parte alla cerimonia di consegna del diploma ai primi studenti qualificati alla scuola di Agricoltura, dove ragazzi e ragazze conseguono il diploma di specializzazione, dopo la scuola dell’obbligo.

Nell’occasione è stata inaugurata la nuova ed attrezzata aula di informatica, donata da una benefattrice della California. «Adesso i lavori proseguono per la realizzazione di 5 case, da 20 posti ciascuna, in cui accogliere le ragazze iscritte alla scuola - informa Maffeis -. Restano poi da finire le cucine, la sala polivalente per mensa e riunioni, ma è soprattutto necessario strutturare un percorso didattico-formativo coraggioso e lungimirante, coerente con la storia, la cultura e le caratteristiche del territorio».

Sono partners del progetto la missione dei frati Francescani Minoriti, l’associazione Mawaky degli agricoltori locali, il ministero della Pubblica istruzione e il ministero dell’Agricoltura della Tanzania.R.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1