CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.11.2018

Una bomba da mortaio fa blindare il cantiere del rondò del Corvione

Il cantiere (bloccato) per la costruzione della rotonda del Corvione
Il cantiere (bloccato) per la costruzione della rotonda del Corvione

L’eredità scomoda dell’ultima guerra continua a uscire allo scoperto a oltre 70 anni dalla fine del conflitto. È successo ieri a Gambara, dove è stato necessario sospendere i lavori di costruzione della rotatoria nella frazione Corvione per il ritrovamento di un residuato. Nella tarda mattinata gli operai al lavoro con macchine per il movimento terra hanno portato allo scoperto una granata da mortaio, e pochi minuti dopo il ritrovamento sul posto c’erano già il sindaco Ferdinando Lorenzetti, l’assessore Dario Morandini, l’architetto Carlo Zuppelli per il cantiere e i carabinieri della stazione col comandante Marco Forcella: in primo piano una bomba da mortaio da 81 millimetri parzialmente ricoperta di terra e ruggine. Probabilmente l’ordigno potrebbe fare ancora molti danni, e mentre i carabinieri informavano il comando provinciale chedendo l’intervento degli artificieri, un operaio del Comune di Gambara provvedeva a delimitare con il nastro biancorosso da cantiere il luogo in cui è emerso il residuato. Nel primo pomeriggio c’è stato anche un sopralluogo dei tecnici della Provincia, che ha in carico la realizzazione della rotatoria. TUTTO FERMO, ovviamente, sul fronte del cantiere, sospeso per ovvie ragioni di sicurezza. I lavori riguardano la realizzazione della nuova rotatoria del Corvione lungo la sp 24 Chiaviche Cadimarco, sulla direttrice Brescia Parma, e lo scopo è quello di mettere in sicurezza l’intersezione con le vie comunali IV Novembre, che attraversa il Corvione, e per Remedello. L’incrocio si trova su una rete viaria molto frequentata che nel passato ha purtroppo registrato numerosi incidenti con esiti anche mortali. Il rondò, insomma, è un’opera molto attesa. Il ritrovamento della bomba non ha per ora causato nessun blocco del traffico sulla provinciale 24, ed è per questo che sono attese le valutazioni e le decisioni degli artificieri. Il progetto ha già dovuto superare nel recente passato il guado della burocrazia e alcuni imprevisti che hanno allungato i tempi, ecco perchè gli amministratori gambaresi sperano che tutto si risolva in tempi rapidi.

G.B.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1