CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.03.2017

È bresciana la studente più brava della Lombardia in neuroscienze

Il gruppo dei finalisti che hanno partecipato alle Olimpiadi La vincitrice Anna Giulia Motisi frequenta il Liceo Carli di Brescia
Il gruppo dei finalisti che hanno partecipato alle Olimpiadi La vincitrice Anna Giulia Motisi frequenta il Liceo Carli di Brescia

Anna Giulia Motisi, studentessa di prima liceo scientifico al Guido Carli di Brescia, ha vinto la fase regionale delle Olimpiadi di Neuroscienze, organizzate ieri all’Università degli Studi , facoltà di Medicina, all’interno della Settimana del Cervello. A promuoverle la Società italiana di Neuroscienze con il contributo di sponsor come la Fondazione Camillo Golgi, presente la vice presidente Grazia Beccaria Rampinelli. Con Anna sul podio due alunni del liceo Amaldi di Alzano Lombardo che ha piazzato parecchi fra i dieci finalisti della disfida. Sono Damiano Carrara e Simona Signori.

«Sono sempre stata affascinata dallo studio del cervello e ho voluto provare questa gara per capire se davvero è una strada che posso percorrere, anche se è presto per decidere» ha dichiarato emozionata Anna. I tre andranno di diritto alla tenzone nazionale che si terrà il 6 maggio a Catania nella sede del Cnr e chissà che la bresciana non riesca a classificarsi per lo scontro mondiale di Washington che avrà luogo in agosto con l’International Brain Bee della American Psychological Association’s Convention. Sarà un testa a testa con coetanei cervelloni del pianeta; da battere soprattutto gli indiani, veri campioni.

LE OLIMPIADI, coordinate da Marina Pizzi, docente di Farmacologia, sono rivolte alle superiori e da sette anni sono in continua crescita. L’ anno scorso erano 189 gli istituti partecipanti, quest’anno 212, per un totale di 5200 iscritti, dei quali 900 provenienti da 28 istituti lombardi. Per la nostra provincia hanno gareggiato i cinque più bravi degli scientifici Calini, Copernico, Leonardo, Luzzago, Carli, del liceo classico Arnaldo, dell’Iis Lunardi oltre al Golgi di Breno, al Beretta di Gardone Valtrompia, al Marzoli di Palazzolo sull’Oglio, al Gigli di Rovato, al Battisti e al Fermi di Salò.ociation’s Convention

Nella mattinata ha tenuto una sua lezione Antonio Vita, ordinario di Psichiatria alla Statale che ha parlato delle nuove frontiere della riabilitazione cognitiva utile sia per le alterazioni dovute all’età che per le malattie come la schizofrenia e la depressione o i traumi da incidente, prima curabili solo con i farmaci o con la psicoterapia. Allenare la mente a livello cognitivo, affettivo, relazionale, è importante, ha sottolineato, come prevenzione. Attenzione a stress, troppo internet, droghe e insonnia. MA.BI.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok