CHIUDI
CHIUDI

14.03.2019

Ail, anche i giovani
bresciani in udienza
da Papa Francesco

Anche un gruppo di giovani bresciani all’udienza in Sala Nervi
Anche un gruppo di giovani bresciani all’udienza in Sala Nervi

In una gremitissima Sala Nervi in Vaticano un gruppo di giovani ex pazienti dei reparti oncologici degli Spedali Civili di Brescia ha emozionato e commosso con il progetto «In viaggio per guarire» i seimila rappresentanti dell’Ail, riuniti per assistere all'udienza di Papa Francesco per il cinquantenario del sodalizio.

REALIZZATO in collaborazione con l’Ail, il progetto è coordinato da Anna Berenzi (insegnante in servizio alla sezione ospedaliera dell'Itis Castelli), che ha vinto nel 2017 l'Italian Teacher Prize, premio conferitole dal Ministero. «Da ottobre del 2017 - informa Berenzi - i ragazzi del progetto, uniti da un vissuto comune di malattia oncologica che ha messo a rischio la loro vita, incontrano platee di centinaia di coetanei per spiegare cosa ha significato trovarsi dall’oggi al domani a pensare che la vita non è scontata. In una sorta di laboratorio di empatia, essi propongono un modo di vivere alternativo e descrivono le emozioni vissute nel veder svanire le certezze che facevano parte della propria quotidianità, sottolineando com'è cambiato il loro rapporto con familiari ed amici, quanto hanno pesato da una parte l’allontanamento di alcuni dall’altra la vicinanza e la solidarietà di altri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

F.MAR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1