CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.10.2017

Cambio al vertice
della Finanza: arriva
il colonnello Russo

Il  colonnello Arbore, il generale Burla, e il colonnello Russo
Il colonnello Arbore, il generale Burla, e il colonnello Russo

Cambio al vertice del comando provinciale della Guardia di Finanza di Brescia. Ieri mattina si è svolta la cerimonia del passaggio di consegne della carica di comandante provinciale all’interno della caserma Leonessa in via Milano.

Il colonnello Giuseppe Arbore, dopo tre anni di permanenza, va ad assumere un incarico di prestigio a Roma al Comando Generale della Guardia di Finanza. A ricevere il testimone della guida del Corpo nella Provincia di Brescia è il colonnello Salvatore Russo che ha guidato, nel suo ultimo incarico, la Guardia di Finanza di Parma.

La cerimonia del passaggio di consegne è stata preceduta dalla deposizione di una corona d’alloro, da parte dei due Ufficiali, al monumento ai caduti, in ricordo dei finanzieri che hanno speso la vita nell’adempimento del loro dovere.

Presente al passaggio di consegne il comandante regionale della Lombardia delle Fiamme Gialle, generale Piero Burla, che davanti agli Ufficiali, a una numerosa rappresentanza del personale in servizio nel territorio bresciano e dei rappresentanti dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia, ha ringraziato per la preziosa opera prestata il colonnello Arbore esprimendo nel contempo l’augurio di buon lavoro al nuovo comandante.

IL COLONNELLO Salvatore Russo, sposato con due figli, è laureato in giurisprudenza e ha conseguito il master in Diritto tributario dell’impresa all’Università Bocconi di Milano. Nel corso della sua carriera operativa ha comandato reparti del Corpo in provincia di Napoli, in Sicilia e in Puglia dove ha diretto, per quattro anni, il Gruppo d’Investigazione sulla Criminalità Organizzata di Bari.

Da ultimo, per quasi tre anni, è stato comandante provinciale di Parma.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1