CHIUDI
CHIUDI

31.12.2011

Corda Molle, cantiere chiuso L'apertura slitta al 20 gennaio


 Il grande arco che sovrasta il ponte della «corda molle» sulla A21
Il grande arco che sovrasta il ponte della «corda molle» sulla A21

La cosiddetta «Corda Molle», il raccordo autostradale che collegherà Ospitaletto con il casello Brescia Sud e l'aeroporto di Montichiari, ha una data di inaugurazione: il 20 gennaio.
Da quel giorno, 30 chilometri importantissimi per la mobilità provinciale saranno percorribili. Poco meno di un mese in più rispetto alla data che era stata ipotizzata per la consegna: il 21 dicembre. Si era detto, infatti, che la "bretella" che attraversa la Bassa, lambendo l'hinterland, sarebbe stata consegnata per le feste. Un regalo di Natale ai bresciani, che se non ha potuto diventare una promessa mantenuta è per qualche strascico legato ai collaudi.
Infatti, i lavori veri e propri sono terminati, i cantieri sono chiusi. E così i sottoservizi, tra il 19 e il 23 dicembre. Ma una cosa è terminare l'infrastruttura, altra cosa potere aprirla al traffico veicolare. In mezzo c'è una serie di verifiche da farsi per garantire l'agibilità dell'opera, come, ad esempio, controllare l'efficienza dell'impianto di illuminazione. E per questo che passando nei paraggi della «Corda Molle» la si vede illuminata giorno e notte. Non è colpa di qualcuno che si è dimenticato di spegnere la luce, ma per ragioni di collaudo. E anche di sicurezza, se è vero che nei giorni scorsi il cantiere ha subito furti di cavi elettrici per 27mila euro.
TRA LE COSE DA DEFINIRE ci sono anche gli accordi con il 118, con i vigili del fuoco e con la polizia stradale, prevedendo i percorsi di accesso per i soccorsi. Alla Stradale, ad esempio, Centropadane fornirà una decina di nuovi mezzi ad hoc per i servizi sulla Corda Molle: tre auto entreranno in dotazione alla polizia di Montichiari e cinque a quella di Cremona. Un servizio che per la prima volta vedrà impegnata la Polstrada bresciana direttamente su tratti autostradali,
C'è poi da formare nuovo personale da assegnare ad una strada sulla quale non si pagherà il pedaggio, ma che per il resto è a tutti gli effetti un'autostrada. Sono queste verifiche che stanno occupando i giorni a cavallo delle fine anno, e che vanno esaurendosi. tant'è che per il 20 gennaio il raccordo sarà pronto. Comunque in anticipo - sottolinea l'assessore ai lavori pubblici della Provincia di Brescia, Mariateresa Vivaldini - sul cronogramma che era stato approntato quando erano partiti i lavori. Eravamo nel settembre del 2008 (anche se a regime i cantieri sono andati nel marzo-aprile dell'anno successivo) e l'obiettivo era di finire per il novembre 2012. Sicchè alla Centropadane sono soddisfatti della tempistica.
A gennaio ad aprire sarà il tratto da Capriano alla Fascia d'Oro che è un tracciato realizzato ex novo. Diciassette chilometri che per ora si saldano con i tredici del vecchio sedime delle sp 19 fino ad Ospitaletto e che in seguito saranno riqualificati sullo schema del tratto nuovo. Questa riqualificazione è già in corso e dovrebbe essere completata entro il 2013, in concomitanza con l'inaugurazione della Brebemi con la quale si interseca. Intanto, il direttore di Centropadane Francesco Acerbi fa sapere che a gennaio servirà una decina di giorni per realizzare il sottopasso alla ferrovia di Travagliato, anello importante della bretella.
IL MESE IN PIÙ rispetto agli annunci di apertura non sarebbe dunque da attribuire a contenziosi sull'asse Anas-Centropadane-Ramonti, quest'ultima la società costruttrice che ha l'appalto dell'opera. Il solo aspetto di incertezza è rappresentato dalla concessione dell'A21 che per Centropadane è scaduta il 30 settembre. Siamo perciò in un regime di sopravvivenza dei termini del contratto, in attesa della stipula di un nuovo contratto di gestione che dovrebbe essere firmato intorno al 10-12 gennaio. Alla fine, l'opera verrà a costare 144milioni di euro al netto dei costi per gli espropri la cui cifra è per ora arrivata a 45milioni di euro.

Eugenio Barboglio
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1