CHIUDI
CHIUDI

05.08.2011

Costanzo Valli, la passione per la politica e il sociale


 Costanzo Valli
Costanzo Valli

Se ne andato a 74 anni Costanzo Valli, tradito dal cuore, per un infarto che lo ha colpito martedì notte nella sua casa nel cuore del quartiere di Mura a Palazzolo, dove era nato ed aveva iniziato la sua carriera politica. L'ingegner Valli, così lo chiamavano a Palazzolo, si era come allontanato dalla politica nel 1995, dopo avere presieduto per sette anni la provincia di Brescia (era succeduto al compagno di partito Vittorio Marniga dopo che questo era stato eletto senatore): a Palazzolo però aveva continuato a dedicare il suo impegno nel Movimento cooperativo palazzolese di cui è stato consigliere ininterrottamente dagli anni sessanta.
La sua scomparsa a Palazzolo ha destato grande cordoglio. Giovanni Pezzoni, segretario del PSI, dirigente della Bipop, che condivise con lui l'esperienza del centrosinistra, ha dichiarato: «Ricordare Costanzo come politico riporta inevitabilmente alla "razionalità" del suo pensiero e dell'azione, alla sua fede nella tecnologia e nella tecnica. La sua passione per la politica appare ancor più grande se si pensa che allora era assai poco remunerativa. La sua convinzione che "far politica" non potesse essere compito affidato a "dilettanti", continuava a spingerlo, anche in questi ultimi anni, a partecipare a quel poco che di attività ormai rimasto a Palazzolo. Nel tentativo di ricostruire quel clima, periodicamente faceva "un bilancio" dell'attività svolta: si guardava indietro e proponeva nuove iniziative».
Enzo Gaspari, presidente del movimento cooperativo palazzolese «Credo cheValli sia stata una delle persone più preparate a livello tecnico amministrativo e politico che Palazzolo abbia avuto negli ultimi decenni. Sicuramente il suo modo un po' smemorato e all'apparenza superficiale non gli è stato d'aiuto per farsi apprezzare da tutti. Il cambiamento politico degli ultimi 15 anni lo ha fatto soffrire molto».
IL SUO VICE in Provincia in quei sette anni, Luigi Maninetti aggiunge: «La sua scomparsa è stata per me una dolorosa sorpresa. Ho un ricordo indimenticabile dei sette anni, dal 1987 al 1995 passati come suo vice. Li ricordo come momenti di grande amicizia: ci rispettavamo nei rispettivi ruoli, io Dc lui Psi, ma abbiamo costituito una squadra molto affiatata in un momento non facile per la politica e con una maggioranza di 19 a 17. Valli aveva non solo una straordinaria preparazione professionale, ma una grande capacità di gestire situazioni difficili. Ho perso un vero amico, con cui mi sentivo ogni tanto. Lui non aveva trovato ciò che cercava in Forza Italia».
I funerali saranno celebrati oggi alle 16 nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, a Palazzolo, partendo dalla casa del commiato di Chiari dove è stata allestita la camera ardente. G.C.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1