CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.11.2017

Ecco come sarà
il nuovo largo
Formentone

Ci siamo. Il passaggio in Giunta è stato fatto. La prossima tappa saranno i lavori che inizieranno a breve. Fatto salvo il muro a nord che resterà come è ora, una calata di intonaco, a livello terra largo Formentone cambierà. Diverrà più piazza e meno largo. Più piazza Rovetta che largo Formentone, anche se toponomasticamente quest’ultimo e solo quest’ultimo è il nome, Rovetta esiste solo nella vulgata dei bresciani.

Alla fine arriverà prima la Loggia con la nuova pavimentazione che i privati con il murale, che è rimasto impantanato in una ricerca infruttuosa di fondi. Del resto la meridiana era una operazione tutta privata e in quella sfera deve restare in quanto è privato il muro. L’amministrazione pubblica aveva avanzato proposte, ma i proprietari hanno scelto una loro strada - quella della meridiana disegnata dall’artista Adriano Grasso Caprioli - che però non sono ancora riusciti a portare a termine. «E’ possibile che il Comune rientri in gioco in futuro, riaprendo il dialogo su una proposta con i proprietari del muro», sottolinea l’assessore Valter Muchetti.

INTANO PERÒ l’amministrazione Del Bono mette mano alla «piazza», sistemando nuovi lampioni, fioriere, panchine, sostituendo l’asfalto con lastre di diversi materiali, alberi. Non si tratta di un rifacimento radicale, la Loggia ha sempre detto che la sua idea era quella di una rivisitazione degli spazi. Di un maquillage. E il progetto che ora viene licenziato dagli uffici dei Lavori pubblici rispecchia questa impostazione minimal.

Il segno distintivo di questo progetto sono i grandi ippocastani al centro. Che non sono gli unici elementi verdi, ci sono le fioriere, come detto, ma ci sono anche alberi di più basso fusto. Ma questi danno un segno forte, anche architettonico in un certo senso. L’altro segno è dato dalla lastricatura, che verrà rifatta su tutta la superficie. Le lastre di alberese saranno posate non allo stesso modo, così da formare disegni diversi e marcare differenze tra un settore e l’altro della piazza. Le pietre serviranno a definire gli spazi, anche il porfido che costituirà la pavimentazione delle carreggiate di Rua Sovera, corsetto Sant’Agata, corso Mameli e di via San Faustino, le strade che solcano il Largo. Poi ci sono le panchine, che alla fine di un’interlocuzione con la Sovrintendenza da cui è passato l’intero progetto, saranno prive di schienale e non avranno le fioriere incorporare come da idea iniziale, ma più semplici, lunghe e in legno grigio.

SARANNO posizionate a nord in due file e, come anche si vede nella planimetria pubblicata in questa pagina, nella parte della piazza più a ridosso di Palazzo Loggia, quasi all’ombra degli ippocastani. La postazione di Bicimia sarà messa verso corso Mameli, più vicina alla sala di lettura, come suggerito dalla Sovrintendenza. Saranno rifatte in pietra di Botticino anche le ghiare per la raccolta dell’acqua che ora sono di ferro. E la centralina elettrica spostata sul muro nord. Capitolo costi: 62.539 euro e 99 centesimi per l’intero restyling. Quattrini che arrivano come oneri di urbanizzazione del palazzo che la Campana Costruzioni ha realizzato dove c’era il cosiddetto «vuoto» di via Dante.

«I lavori - spiega l’assessore Muchetti - sono prossimi, e cominceranno dai lampioni, dalle fioriere e da Bicimia. L’intenzione è di fare queste cose entro Natale, per attaccare con la pavimentazione all’inizio dell’anno prossimo, infine toccherà alle panchine. Si tratta di un intervento soft, ma che renderà il tutto più accogliente, a due passi dalla sala di lettura di corso Mameli frequentata da molti studenti che passano lì molte ore del giorno». Il contesto del nuovo largo Formentone sarà anche più piacevole per i plateatici dei bar che si affacciano in parte dal lato ovest di Rua Sovera e in parte su quello di fronte.

Per quanto riguarda invece i parcheggi per le automobili, saranno confermati quelli a lisca di pesce lungo il primo tratto di via San Faustino riservati a taxi e portatori di handicap.

Eugenio Barboglio
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1