CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.01.2018

«Ero fermo in coda poi ho sentito il boato e visto solo le fiamme»

L’autocisterna esplosa sulla A21
L’autocisterna esplosa sulla A21

Marcelo Adolfo Poblete Transitavo sulla A21 in direzione sud da Brescia a Cremona, quando all'altezza del chilometro 220, in prossimità del casello di Brescia sud si è presentato un rallentamento improvviso dovuto a qualche decina di autovetture, per un tamponamento avvenuto pochi istanti prima, che ha interessato tre mezzi pesanti sulla corsia opposta. La dinamica era chiara fin da subito, infatti il primo autocarro per cause non chiare è stato violentemente tamponato da altri due camion che procedevano nella stessa direzione. Il violento urto ha ridotto le cabine dei due mezzi che hanno tamponato in un groviglio di lamiere, da dove sono stati estratti i conducenti in condizioni critiche. Chiaramente la coda dei veicoli da entrambe le corsie è velocemente aumentata, tanto che i mezzi di soccorso, che hanno agito con tempestività, hanno dovuto farsi largo tra le vetture. Sono intervenuti anche due elicotteri del 112, ma nulla faceva presagire quello che stava per accadere. Intorno alle 14.30, a circa un’ora e mezza dal primo incidente, si è vista levarsi un folta nube nera preceduta da una vistosa fiammata, provenire a poca distanza nella corsia opposta. In quel momento gli automobilisti che erano scesi dalle vetture hanno incominciato a preoccuparsi, in quanto non arrivavano notizie e chi si era avvicinato a piedi per vedere le operazioni di soccorso è tornato precipitosamente verso le proprie vetture. Mentre la nube nera si accentuava, le ipotesi erano molteplici, soprattutto perché non trapelavano notizie in merito, solo il susseguirsi con più frequenza dei mezzi di soccorso. NON AVREI mai pensato che in un tratto rettilineo e con una visibilità eccellente, un altro mezzo pesante potesse tamponare le auto ferme. Purtroppo queste tragedie sono spesso generate dalla distrazione, l'alta velocità o dalla stanchezza. Va detto che la A21 è un lungo ed interminabile rettilineo, dove capita spesso di vedere automobilisti annoiati consultare il cellulare mentre sono alla guida, oppure vittime di colpi di sonno. In questo caso le statistiche della Polizia parlano chiaro. Gli spazi di frenata di un camion a pieno carico, che a 100 chilometri orari è di oltre 110 metri, inoltre i crash test di collisione tra un autocarro ed un autoveicolo sono devastanti. Una distrazione può rivelarsi fatale, come il susseguirsi degli eventi che hanno trasformato il primo grave incidente in una strage che ha lasciato sulla strada una famiglia. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1