CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.01.2018

Il 2018 si tinge di
rosa: Giorgia la prima
nata nel Bresciano

Marta Giansanti Non solo botti e fuochi d’artificio, concerti e schiamazzi fino all’alba, ad accompagnare il suono della notte di Capodanno anche tanti vagiti dei piccoli bambini messi al mondo nelle prime ore di questo nuovo anno. Il primo fiocco rosa è stato appeso al Civile di Brescia per annunciare la nascita di Giorgia, un piccola e dolce creatura, che ha deciso di fare una sorpresa a sua mamma Alina Pavel, di origini romene, e di anticipare la sua venuta di ben 13 giorni. Il primo scherzetto della bambina che ha rivolto a quasi tutti i frugoletti lombardi battendoli sul tempo: Giorgia è infatti la seconda bimba nata in Lombardia. Alle 00,27 era già in braccio alla sua mamma felice, di poterla stringere dopo un parto naturale e molto veloce. Una femminuccia di 3.450 gr e lunga 52 cm ha deciso di trascorrere la sua prima notte sveglia ma sicuramente felice di essere al mondo. «È una bambina bravissima, nonostante durante la notte non abbia chiuso occhio non ha mai pianto», ha detto la mamma Alina, da oltre dieci anni a Brescia e da un mese residente a Flero, mentre guardava la sua creatura con occhi amorevoli. In linea con i dati nazionali, anche la provincia di Brescia in queste prime ore dell’anno ha assistito alla nascita di molti bambini stranieri. Sarà una questione di cultura o più semplicemente di maggiore coraggio nell’affrontare le tante difficoltà a dover crescere più di un bambino ma proprio loro, gli stranieri, permettono ogni anno numerose nascite in Italia. E sicuramente è il caso della coppia di ivoriani: Marian Kante e Adam Ouni, mamma e papà della seconda bimba nata nella provincia bresciana. All’1,17 Leyla, con i suoi 4.106 grammi e 53 centimetri di lunghezza, ha deciso di venire al mondo e fare compagnia ai suoi sette fratelli e divenire così «la capa delle femminucce della casa», come ha voluto sottolineare una delle sue sorelline. «AVERE TUTTI questi figli è un grande impegno ma è bello. E poi - ha spiegato Marian Kante dall’ospedale di Gavardo -, tutti danno una mano ed i più grandi aiutano i più piccoli, rendendo tutto molto semplice». Fiocco azzurro invece per il terzo nato in provincia di Brescia: lo ha fatto appendere Leonardo, venuto al mondo alla Poliambulanza di Brescia alle 3,38. Si preannuncia la prima esperienza tra poppate e cambi di pannolini per la bresciana Fabrizia Valente, ora residente a Castiglione delle Stiviere (MN), che ha dato alla luce il primo maschietto bresciano (3.775 grammi di peso e 53 cm di lunghezza). Anche Leonardo aveva fretta di vedere il mondo con i suoi occhi, una curiosità che lo ha spinto a nascere cinque giorni prima delle previsioni. «È stato tutto inaspettato e improvviso, io e il mio compagno eravamo pronti a festeggiare il Capodanno con la mia famiglia e invece la sorpresa più bella della nostra vita era in arrivo - ha raccontato la madre ricordando l’immensa emozione che si prova a dare alla luce il proprio figlio e a guardarlo per la prima volta negli occhi -. Un’emozione incredibile che non dimenticherò mai». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1