Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
mercoledì, 22 novembre 2017

Il sogno? Ottenere un lavoro
in linea con il corso di studi

Serena RosaAndrea SerramondiBeatrice CominiMarco LussignoliRaesa ZeqiriAndrea Bellati

Si riconoscono dalla borsa bianca tra le mani, con il materiale informativo ricevuto, e dagli sguardi carichi di fiducia verso il futuro. La facoltà di Ingegneria è stata invasa da tantissimi studenti affacciati sul proprio avvenire lavorativo. E, alle spalle, percorsi accademici differenti. «Oggi mi aspettavo di trovare lavoro – scherza Raesa Zeqiri, 21 anni, prossima alla laurea in Economia e Gestione aziendale –! Al di là delle battute, ho fatto due colloqui con società che mi erano state consigliate, concentrandomi in particolare sul mio prossimo obbiettivo: lo stage del terzo anno». Chi invece l'ambita pergamena l'ha già ottenuta è Andrea Bellati, laureato triennale in Ingegneria Gestionale: «Sto iniziando la magistrale, e volevo vedere se le aziende erano disponibili ad accogliere anche studenti part-time, alternando la parte sui libri al lavoro. Alcune si sono dichiarate favorevoli, mentre altre preferiscono dipendenti a tempo pieno, visto l'impegno richiesto. Sono stati tutti molto aperti e cordiali». Per Marco Lussignoli, laureando in Ingegneria Meccanica, è la prima partecipazione alla proposta dell'Università di Brescia: «Cerco qualche spunto interessante e dei consigli per i primi colloqui: credo sia un'iniziativa molto utile in particolare per chi si approccia per la prima volta al mondo del lavoro. Ho notato la presenza di molti addetti alle Risorse Umane, con cui è stato possibile discutere dei curriculum, delle figure lavorative e dei profili ricercati dalle aziende». Nonostante i 5 colloqui già sostenuti, non ha intenzione di rallentare Serena Rosa, vicina alla laurea in Economia e Gestione delle Imprese. «Mi sono concentrata soprattutto sulle realtà del mondo economico e finanziario, con particolare attenzione per il settore logistico e della contabilità» spiega quest'ultima. Discorso valido anche per Andrea Serramondi, 23 anni: «Sto guardando tutte le imprese in ambito economico e giuridico. Lascio il maggior numero di curriculum possibile per stage e inserimento in azienda».

INFINE IL «CAPITOLO giuristi»: le carriere forensi – avvocati, magistrati e notai – non sembrano tirare più come una volta. «Ho già fatto un'esperienza in uno studio legale, ma sono qui alla ricerca di un'alternativa ai consueti percorsi – racconta Giulia Serra –. Mi piacerebbe provare la strada della gestione aziendale». Sono d'accordo anche Alessandra Cincera e Beatrice Comini, neolaureata e laureanda in Giurisprudenza: «Puntiamo sulla consulenza legale e sulle risorse umane» racconta la coppia di amiche. Per schiarirsi le idee, avranno a disposizione anche la giornata odierna.J.MAN.