CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

10.08.2018

In bici fino a Capo
Nord: l’impresa
impossibile di Anna

Anna Mazzacani a Capo Nord ha percorso la distanza da Brescia in bicicletta in 26 giorni
Anna Mazzacani a Capo Nord ha percorso la distanza da Brescia in bicicletta in 26 giorni

Brescia-Capo Nord pedalando: lo ha fatto Anna Mazzacani, bresciana 45enne che lavora per A2A e che dal 2012 trascorre le sue vacanze in sella, macinando chilometri e chilometri in solitaria. Venerdì 3 agosto si è conclusa la sua ultima avventura, iniziata il 9 luglio dalla nostra città dove Anna ha dato i primi colpi di pedale per il primo dei 24 giorni di viaggio verso la Norvegia, percorrendo mediamente 130 chilometri al giorno. È stato un viaggio spartano, non solo nel bagaglio, che deve essere necessariamente leggero e ridotto in casi del genere, ma anche nello stile delle tappe. «Dormivo in ostelli o campeggi, per lo più prenotati prima di partire – ha raccontato dall’aeroporto di Copenaghen in attesa del volo per tornare a casa –. Per i pasti non andavo nei ristoranti: ho mangiato panini a go go, per questo non vedo l’ora di una bella insalata e cibo fresco: sarà il primo pasto all’arrivo in Italia». In effetti al rientro è tornata a un regime alimentare normale, poiché durante il viaggio doveva adattarsi ai ritmi e agli imprevisti dell’avventura. «Imprevisti che stavolta sono stati un po’ di più delle scorse volte - confessa-. Ho avuto qualche piccolo inconveniente tecnico ma in fin dei conti si è dimostrato tutto superabile, grazie anche alla disponibilità e alla gentilezza delle persone che ho incontrato». Ora che il corpo riposa e la mente torna alla quotidianità e al lavoro, Anna Mazzacani si dedica a sistemare i tantissimi scatti che, da appassionata di fotografia ha realizzato lungo il percorso. Sono immagini che andranno ad arricchire la collezione dei suoi album di viaggio, ormai un’abitudine. «Il tutto è nato per caso nel 2012, volevo fare il cammino di Santiago di Compostela e mi sono informata sulla possibilità di farlo in bici, come poi è avvenuto – ricorda –. Nel 2014 sono stata invece in Russia, pedalando da piazza della Loggia alla piazza Rossa di Mosca. Un anno dopo è stata la volta dell’Islanda mentre nel 2016 ho fatto una pausa e nel 2017 sono stata in India, per la prima volta non da sola». In India ha partecipato al progetto «7Milamiglialontano» (di cui Bresciaoggi si è occupato più volte): viaggi solidali organizzati dall’omonima associazione, con la quale forse Anna andrà anche il prossimo anno. Il progetto del 2019 sarà dedicato all’acqua, con l’obiettivo di sensibilizzare sul problema dell’inquinamento mondiale. In alternativa sta valutando «un viaggio lungo il corso del Po, fino al delta di uno dei fiumi più malmessi d’Italia». SE LA META non è ancora fissata è invece certa la modalità: sempre la stessa, in sella, «perché mi rilassa molto di più che stare in spiaggia. Per me la vacanza è così o non è. L’unico neo forse è il finale: arrivi e dici: beh, e adesso con chi condivido il successo dell’impresa? Se si viaggia in solitaria è inevitabile: in compagnia ci sarebbero abbracci e feste al taglio del traguardo, però dall’altro lato se si va in gruppo sorgono problematiche di altro tipo legate a esigenze, tempi e interessi diversi». PER LA SCELTA dell’obiettivo del prossimo anno ha ancora un po’ di tempo per ascoltare i suoi desideri, ma non troppo: ogni avventura va studiata e preparata molto in anticipo. Del resto ha ancora negli occhi i paesaggi norvegesi, che l’hanno affascinata e sorpresa. «Avevo sottovalutato i dislivelli di certi tratti del percorso, sopratutto nei fiordi – dice -. A volte mi hanno costretta a prendere traghetti o altri mezzi di trasporto. Ma il viaggio è stato molto bello, è andato tutto bene». Nessun episodio spiacevole da registrare, per la serenità dei suoi genitori che ogni volta stanno con il fiato sospeso per le iniziative di una figlia dallo spirito avventuroso, nonostante la tecnologia permetta loro di seguire ogni suo spostamento. In fondo sono loro i suoi primi sostenitori. Sarà sempre così. fino alla prossima avventura in giro per il mondo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Irene Panighetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1