CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.02.2018

L’incendio doloso
distrugge quattro
auto al campo sinti

Ombre che si muovono nella notte, riprese dalle telecamere. Le stesse telecamere che hanno ripreso le fiamme distruggere quattro automobili nel campo sinti di via Orzinuovi, a Brescia. Sono andate distrutte quattro auto, si sono salvati i furgoni utilizzati per il lavoro. Ma quelle fiamme sono divampate a una decina di metri dalle roulotte, sarebbe bastato del vento per una tragedia. Nella notte tra domenica e ieri i vigili del fuoco hanno lavorato almeno un’ora per domare le fiamme dopo che chi vive nel campo aveva cercato inutilmente di farlo con gli estintori. L’incendio è certamente doloso. A provarlo bastano i tentativi, andati a vuoto, di dare fuoco ai furgoni. Si vede palesemente il segno lasciato sopra la ruota anteriore sinistra. ERA PARECCHIA la paura ieri mattina al campo sinti, gente nata anche 40 anni fa in Italia, che parla in dialetto. «Temiamo che possa trattarsi di un’ondata di razzismo, chi ci proteggerà durante le prossime notti?». Poi cercano di sdrammatizzare avvicinandosi alle quattro carcasse distrutte dalle fiamme. Auto che nulla hanno a che fare con le berline di lusso di etnie nomadi. Quelle distrutte nelle scorse ore sono utilitarie dal valore economico irrisorio. «Vede quella? La stava pagando un anziano a rate, con la pensione» spiega uno dei residenti nel campo. Ma la mente va soprattutto a quello che si è rischiato. «Qua - proseguono - vivono parecchi bambini, alcuni anche con problemi di salute. Le fiamme avrebbero potuto fare una strage». I carabinieri sono arrivati quasi subito, c’era una pattuglia in circolazione. Ma in via Orzinuovi ieri mattina c’era anche la Polizia di stato e la Locale. Sono state acquisite le immagini delle telecamere e si vede un’ombra muoversi vicino alle auto. A quanto si è appreso, servirebbe però qualcosa di più definito. La paura nella notte di via Orzinuovi è stata tanta anche perchè si sono sentiti degli scoppi. Ma la causa sarebbe da ricondurre a airbag e pneumatici esplosi mentre divampavano le fiamme. La Comunità Sinta bresciana e altre associazioni esprimono «paura e angoscia». La Prefettura di Brescia, su quanto accaduto, ha convocato per oggi una seduta del Comitato provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica. All’incontro parteciperà il rappresentante della Comunità Sinta. Ieri mattina si è già svolta una riunione di Coordinamento delle forze di Polizia a seguito della quale è stata disposta una «intensificazione della vigilanza all’area in questione». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.P.
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1