CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

29.09.2017

La Giostra di Brescia
ritorna e vuole
«allargarsi» in città

Emilio Del Bono, Anita Veres e Maurizio Argetta a palazzo Loggia
Emilio Del Bono, Anita Veres e Maurizio Argetta a palazzo Loggia

In un palazzo pubblico, la Loggia, che non aveva ancor preso forma Giorgio Cornaro, da poco eletto podestà di Brescia, accolse tra i festeggiamenti sua sorella Caterina Cornaro, regina di Cipro, Gerusalemme ed Armenia e signora di Asolo. È il 1497 e Brescia si avviava alla rinascita dando voce a forti espressioni di decoro e magnificenza. Una ricchezza che il podestà sfoggiò in tutto il suo splendore per accogliere sua sorella, la regina, organizzando un torneo cavalleresco in piazza Grande (l’attuale piazza Loggia) per la prima volta aperto a tutta la cittadinanza; vennero addobbati i palazzi nobiliari con drappi di tessuto rosso e dalle fontane venne fatto sgorgare vino rosso della terra bresciana. «Un pezzo di storia che non deve essere dimenticata e da cui i bresciani devono farsi abbracciare», ha detto Maurizio Argetta, presidente dell’associazione “Viaggiare nel Tempo” e organizzatore da 19 anni della rievocazione storica legata a quel periodo. Un momento che verrà riproposto domenica a partire dalle 10.30, in piazza Loggia, con la cerimonia di investitura e le prove libere dei cavalieri, seguita dallo spettacolo degli sbandieratori di Bergamo, fino ad arrivare alle 14.30 con la cerimonia di apertura, l’inizio del torneo cavalleresco e le premiazioni previste alle 18. Una manifestazione che dopo aver raggiunto la maggiore età è pronta ad affrontare alcuni cambiamenti sostanziali. «Vogliamo riscoprire i sapori di un’epoca passata», ha spiegato il patron Argetta che in questa edizione darà sfogo alla sua natura di organizzatore di eventi trasformando via San Faustino in un quartiere del divertimento con stand enogastronomici, negozi aperti ed esposizioni di artisti fino a sera. Verrà dato di nuovo lustro a prodotti locali che negli anni hanno perso interesse, come l’Anesone Triduo, uno dei liquori più apprezzati sui mercati internazionali, e che rappresenterà uno dei premi per i partecipanti.

LA “GIOSTRA di Brescia”, inoltre, amplierà i suoi confini “trasformandosi in una crociera”. Grazie alla collaborazione di Amerigo Viaggi gli attori della giostra verranno ospitati all’interno di una delle navi di Costa Crociere insieme a tutti i cittadini interessati, ed intratterranno le città straniere di ogni tappa prevista. «E dall’anno prossimo si avrà l’obiettivo di organizzare una giostra che tocchi ogni punto della città», è stata la promessa di Argetta. E come in ogni edizione la regina Caterina verrà interpretata da una bellezza locale e quest’anno sarà la volta della modella italo-ungherese Anita Veres.

Marta Giansanti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1