CHIUDI
CHIUDI

12.01.2019

Le nuove isole ecologiche? In alto mare

L’Oltremella e Mompiano dovranno aspettare ancora le loro piattaforme ecologiche. E non si sa per quanto. Pure la tariffazione puntuale dei rifiuti si farà attendere, almeno fino al 2020. Al momento l’unica certezza è che i lavori di ampliamento dell’«isola» di via Metastasio, non più capace di accogliere i conferimenti, «sono partiti la settimana scorsa e si concluderanno in due mesi», come dice l’assessore all’Ambiente Miriam Cominelli. Alle sollecitazioni si Bresciaoggi dell’ex assessore Gian Luigi Fondra, lei che gli è succeduta e Fabio Capra responsabile del Bilancio replicano di aver ereditato una patata bollente che anche lui ha avuto tra le mani. Di più, il consigliere M5S Guido Ghidini gli imputa di non aver fatto granché per trovare una soluzione e ora con un comunicato annuncia un’interrogazione al prossimo Consiglio per sapere dove si faranno le due nuove «isole» a Ovest e a Nord. LA REALTÀ, però, è che la piattaforma dell’Oltremella resta senza un’alternativa al Polivalente di Urago, ipotesi osteggiata a suo tempo dallo stesso Consiglio di quartiere. Quella di Mompiano, tra il cimitero, lo stadio e via Triumplina, per Cominelli è soggetta a «vincoli che permetterebbero un intervento sottodimensionato». Morale, «forse nessuna delle due collocazioni sarà possibile», ammette l’assessore, pur consapevole della necessità di rimediare alla concentrazione delle “isole” solo in una parte della città lasciando sguarnite due importanti aree. «Ho ereditato le proposte di Fondra – dice – ma la decisione finale non dipende da me». Ghidini, poi, da ex presidente del Consiglio di quartiere conviene che al Polivalente si sarebbero persi troppi posti auto, tuttavia a Fondra ricorda che «con la collaborazione dei Consigli della zona ovest trovammo una soluzione e la presentammo poco dopo a lei e all’assessora Tiboni, invece nè la precedente amministrazione, né quella attuale hanno preso alcuna decisione su quella ipotesi». E quanto a Mompiano, «il problema è sorto nel momento in cui si è presa visione del progetto di ristrutturazione dello stadio (ancora ipotesi in via di sviluppo)». Il consigliere M5S conviene con Fondra sulla necessità di applicare la tariffazione puntuale, che «premierebbe i cittadini più virtuosi nella raccolta».Tuttavia il sistema misto «cozza con la scelta dei cassonetti a calotta adottata dalla amministrazione precedente di cui lei faceva parte – aggiunge - e con la diffusione dei green box da lei tanto difesi». Come che sia, Capra precisa che la tariffazione puntuale arriverà, ma non presto. «Andiamo avanti secondo il piano iniziale del nuovo metodo di raccolta – dice -, nel 2020 faremo una nuova gara per l’assegnazione del servizio e nel frattempo completeremo il data base che permetterà di trovare una soluzione». Per la verità, il tema della nuova gara è ancora aperto, ma per Capra «è giusto andare in questa direzione per consolidare i risultati e rilanciare il sistema integrando il contratto di servizio». Oggi, insomma, sarebbe un salto nel buio. «Dobbiamo riflettere sulle ricadute economiche dei primi due anni del sistema misto – precisa -, la tariffazione puntuale è condivisa e difesa, ma servono dati esaustivi per poter disporre il bilancio di previsione». La completezza dei dati «è importante anche per capire se ci sono utenze che evadono la Tari – aggiunge -, dobbiamo verificare anche questo prima di decidere». Quanto a Fondra, «ero con lui al varo del nuovo sistema e per la tariffazione puntuale era stata fissata una data precisa – sottolinea -, la sua polemica mi sembra surreale». •

Mimmo Varone
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1