Questo sito web utilizza i cookie anche di profilazione al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Informazioni
lunedì, 20 novembre 2017

Lo studente morto in 24 ore:
«Non c’è rischio di contagio»

I batteri responsabili della meningite visti al microscopio elettronico

L’improvvisa morte a Brescia di uno studente universitario di 22 anni è avvolta dal mistero. L’allarme che si era diffuso mercoledì sul possibile rischio di contagio da meningite è stato scongiurato, ma resta la tragedia della malattia fulminante e del tutto imprevedibile che in meno di ventiquattro ore ha portato alla morte il giovane Gianluca Testaverde. I primi riscontri che arrivano dal Civile hanno escluso l’ipotesi di meningite contagiosa. Solo l’esame del «liquor», atteso per oggi, potrà dare certezze sulla causa del decesso.CHIARINI9