CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.07.2018

MusicalZoo
oltre le mura
del Castello

Andare oltre. Ai compleanni si può, e MusicalZOO esce dal Castello. Il decimo anniversario della rassegna – organizzata dall’omonima associazione in collaborazione con il Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei - ha il gusto saporito dello spartiacque: bene tutto quello fatto fin qui, ma ora bisogna aprire gli orizzonti. E, se le antiche mura sopra Brescia resteranno l’altare della sacra devozione elettronica, il festival abbraccerà stavolta anche confini geografici più dilatati: giù in città, e poi via in provincia.

LE COORDINATE temporali vanno dal 18 al 22 luglio, al grido di un doppio hashtag: #upsidedown, ovvero l’allargamento dello spettro d’azione, e #celebratiOOn, per sottolineare il senso profondo della ricorrenza. Sintesi iperdigitali, confezionate e pronte da metabolizzare, di tutto quello che il contenitore avrà da offrire in questa edizione. Si parte quindi dal Castello, con la Fossa Viscontea a mantenere il suo ruolo, intoccabile, di palco principale. Da lì, mercoledì prossimo, si propagherà l’onda sonora, con l’anteprima che vedrà protagonista il cantautorato di Han e la Rusty Brass Band. Danze e sussulti aprono ufficialmente il giorno dopo, all’insegna del tricolore: Coma_Cose, Myss Keta, Yombe e il dj set di Bruno Belissimo. Poi le ambientazioni world e afro dei peruviani Dengue Dengue Dengue, insieme alla sudafricana Lakuti (venerdì 20), seguite dalla techno britannica di Nathan Fake e Call Super in aggiunta all’italiano Not Waving, londinese per elezione (sabato 21). Infine il party non plus ultra, domenica 22: a prendersi la scena il meglio del meglio del black nostrano. Rehab, Bragging, Milkshake, Giunta Lovva Sound, Pipeline Sound. Un’abbuffata. «L’obiettivo è far vivere a chi viene un’esperienza a 360 gradi – spiegano Manuele Pedretti ed Ercole Gentile, presidente e direttore artistico di MusicalZOO –. Anche quest’anno, con Volontari per Brescia, abbiamo raccolto un sacco di nuovi giovani, tra cui due ragazzi da Logroño, una delle città gemellate con la nostra. Ogni sera ci saranno un centinaio di ragazzi a prestare servizio. È un valore sociale che abbiamo creato e che sta crescendo sempre di più». Così come crescono le linee musicali alternative – vedasi l’area chill in Albazaar e lo spazio reggae in Cannoniera – insieme a tutto ciò che esula dall’ambito strettamente sonoro. Ogni giorno al Carme, la chiesa sconsacrata in via delle Battaglie 61, andrà in scena Satellite, spazio di incontro per chi ambisce a occuparsi di musica e cultura, dalle ore 16 alle 21: musica di sottofondo, bar e dibattito (alle 18) sul tema. E ancora l’altra rivoluzione, ovvero il pacchetto Experience: sport, cultura ed eno-gastronomia che coinvolgono, attraverso appositi percorsi, Lago di Garda, Lago d’Iseo, Franciacorta e molte altre zone del Bresciano (dettagli sul sito). «Un decennio è un periodo molto lungo nella vita di una persona: nel 2008, quando abbiamo iniziato, c’erano la Lehman Brothers e Berlusconi...», scherza l’art producer del festival, Gabriele Falconi. E, tra le perle, c’è anche Ikitan: un’installazione abitabile dalla struttura piramidale rivestita in foglia d’oro, studiata dallo stesso Falconi per l’occasione. «Dieci anni rappresentano un compleanno tosto, un traguardo che avete raggiunto con grande passione – la carezza conclusiva del vice sindaco Laura Castelletti –. Siete innovatori, è questo rappresenta un carattere molto importante». Tutte le informazioni sulla rassegna, insieme al programma completo, sono disponibili visitando il sito musicalzoo.it, la pagina Facebook «Musicalzoo Festival», oppure scrivendo a info@musicalzoo.it. In Castello anche aree street food e beverage. Basta prepararsi: il regno del sottosopra sta arrivando.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

J.MAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1