CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

01.10.2017

Paraga, l’avvocato valuta
la richiesta di scarcerazione

Nei prossimi giorni sarà valutata la richiesta di scarcerazione di Paraga
Nei prossimi giorni sarà valutata la richiesta di scarcerazione di Paraga

Non è stato un colloquio lunghissimo. Solo una decina di minuti e senza l’interprete. Quindi l’avvocato Chantal Frigerio e Hanefija Prijic, conosciuto come Paraga, non si sono potuti confrontare più di tanto sulla sentenza di due giorni fa. Ma tra il difensore e l’assistito un punto è stato chiarito. I vent’anni di carcere - pena cui è stato condannato dopo lo riduzione dall’ ergastolo, decisa in appello - non andranno ad aggiungersi a quelli già scontati.

Questa sembrava essere la convinzione del cittadino bosniaco condannato in Bosnia e in Italia per l’eccidio in cui morirono Guido Puletti, Fabio Moreni e Sergio Lana. Nella nazione d’origine e in cui vennero uccisi i tre volontari (mentre altri due, Christian Penocchio e Agostino Zanotti, riuscirono a salvarsi) Paraga è stato condannato a 13 anni e 4 mesi. In Italia era stato condannato all’ergastolo in primo grado e la pena è stata ridotta a 20 anni nel processo d’appello che è stato celebrato venerdì scorso. Per conoscere dettagliatamente le ragioni dello sconto di pena bisognerà attendere le motivazioni della sentenza che dovranno essere depositate entro novanta giorni dalla lettura del dispositivo.

NEL FRATTEMPO potrebbero registrarsi altri importanti sviluppi in questa vicenda giudiziaria. L’avvocato Chantal Frigerio sta valutando la presentazione di un’istanza di scarcerazione, cosa che potrebbe avvenire anche nei prossimi giorni. A quel punto la corte d’assise d’appello di Brescia tornerebbe a riunirsi in camera di consiglio per pronunciarsi sulla richiesta del legale. E le possibilità che la pena scontata fino a questo momento da Paraga, sia in Bosnia che in Italia sia tale da consentire la scarcerazione sono tutt’altro che remote.

In questo momento Paraga è in carcere a Brescia, dove ieri mattina ha avuto il colloquio con l’avvocato Frigerio. Un incontro con evidenti limiti di comunicazione, basato su qualche dettaglio tecnico della sentenza, e durante il quale l’assistito ha nuovamente ringraziato il legale.

Mario Pari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1