CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

26.04.2018

Parco delle
Cave: il sogno
si avvera

Silenzio. Verde. Solo il fruscio dell’acqua e il rumore di passi dei pochi che già si cimentano nella corsa sullo sterrato. Il Parco delle Cave, che nei fatti è già fruibile da qualche tempo, è indiscutibilmente un piccolo angolo di paradiso che non ti aspetti, ancora di più perché si trova al centro di un’area assai popolosa della città ed è circondato da arterie particolarmente trafficato. La porzione che sarà inaugurata questo fine settimana (Ate 23) sull’area che era di proprietà del Gruppo Faustini, 360mila metri quadri, ha ingressi che si chiamano come i quartieri: Buffalora (via Cerca); Bettole e San Polo (via Brocchi); Sanpolino (via Cerca). Ad ognuno, è stato posizionato un reperto storico dell’industria bresciana.

SABATO l’accesso principale sarà dal lato Buffalora dove, per esempio, campeggia un antico vaglio, che serviva per separare sassi grossi e piccoli. Il colpo d’occhio è quello di un grande specchio blu, profondo da 6 fino a 15 metri, nel quale i bresciani potranno praticare attività sportive. Anche se l’acqua invita a tuffarsi per il nuoto - spiega Fabio Capra, capogruppo Pd, delegato del sindaco per il Parco delle Cave , accompagnando BresciaOggi nel tour dell’area in anteprima -, bisognerà studiare un regolamento. Le sponde, che erano a 90 gradi, sono state tutte riportate a 30 gradi, riempite e indagate. Il frutto della rinaturalizzazione è sotto gli occhi di tutti. Le prime specie animali hanno iniziato a fare capolino: germani, cicogne, ed altri ancora. Sarà di certo un luogo dove i cittadini potranno prendere il sole, rinfrescarsi, fare trekking, running e cimentarsi sulle due ruote grazie alla pista ciclabile in Dolomite. È una delle realizzazioni di cui l’Amministrazione va più orgogliosa, anche perché è a costo zero. Il Gruppo Faustini ha «ceduto» una superficie di 800 mila metri quadri (che comprende l’Ate 23 che sarà inaugurato sabato e l’Ate 20 per il quale ci vorrà ancora qualche settimana), per il recupero e la valorizzazione della quale sono stati convenuti lavori per 1,5 milioni di lavoro, e ricevendo in cambio la possibilità di realizzare in via Bose una casa di riposo da 12 mila metri quadrati. Percorrendo l’anello intorno al lago, in tutto 3,2 chilometri, si scorge in lontananza, sulla destra, un ex capannone produttivo destinato ad ospitare la Casa delle associazioni; si potrà realizzare anche un punto di ristoro. C’è pure una pista ciclabile che finisce direttamente nel lago e che potrà servire per le canoe. Sulla sinistra rispetto all’ingresso di via Cerca, un altro piccolo capannone che interessa i canottieri come rimessaggio, oltre che come magazzino per sdraio, ombrelloni e biciclette. Si apre uno scorcio da cui si intravede l’area che avrebbe dovuto ospitare la contestatissima discarica di amianto, nella quale verrà invece realizzato un posteggio per camper e roulotte. «All’inizio del mandato - spiega Capra - non pensavamo di riuscire in un progetto così ambizioso. Ce l’abbiamo fatta grazie al nostro sforzo, insieme alla crisi economica che ha condizionato l’attività estrattiva iniziata negli anni Sessanta, e alla condivisione dell’operatore. E senza spendere un euro». A partire da dopodomani la prima porzione del parco - aggiunge ancora il capogruppo Dem - sarà fruibile. Bisognerà emanare una serie di ordinanze e aprire una discussione sulla gestione. L’ipotesi è quella di creare un Ente parco che potrà essere operativo a partire dal prossimo autunno/inverno chiamando, oltre al Comune e alla Consulta Ambiente, associazioni, sportivi, cittadini. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Natalia Danesi
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1