CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

10.06.2014

Pensare e agire green: domani sera il convegno

L'assessore all'Ambiente del Comune, Gianluigi Fondra (a destra)
L'assessore all'Ambiente del Comune, Gianluigi Fondra (a destra)

Riappropriarsi degli spazi verdi tra natura, rispetto dell'ambiente e risparmio energetico non solo è possibile, ma è anche alla portata di tutti: lo sostengono i promotori dell'incontro in programma domani sera alle 20.30 all'auditorium del Museo di scienze naturali di via Ozanam 4 a Brescia. Una serata dal titolo «Pensare e Agire Green», che si propone di illustrare alla città le proposte dell'associazione senza scopo di lucro «Biolaghetto Italia» e del progetto «Archiélite».
Realtà private che si occupano di progettazione della natura per trasformare in ambienti verdi spazi «quali tetti, terrazzi, balconi, coperture di garage con vantaggi anche economici. Alla base ci sono gli obiettivi di migliorare la qualità della vita, valorizzare il territorio abbattendo l'impatto ambientale, delineare un nuovo modello di sviluppo sostenibili», ha spiegato Andrea Piva del progetto Archiélite presentando la serata.
Nella Onlus «Biolaghetti» sono presenti cinque aziende (una delle quali bresciana), mentre in Archiélite sono tre le imprese (due bresciane): tutte realtà che lavorano nei settori dei giardini pensili, coperture a verde e gestione del patrimonio idrico. Nello specifico un biolago è una specie di piscina biologica dove si riproduce artificialmente uno specchio d'acqua incontaminato, riproducendo il processo di purificazione che in natura avviene tramite le piante (fitodepurazione). I costi di realizzazione sono simili a quelli di una piscina interrata tradizionale ma quelli di manutenzione sono più contenuti.
L'INCONTRO di domani sera sarà un momento di informazione che ha il patrocinio del Comune di Brescia, «perchè compito di una Amministrazione Pubblica è anche sostenere iniziative private che si inseriscono in una prospettiva collettiva di cambiamento - ha precisato l'assessore all'Ambiente Gianluigi Fondra, il quale ha descritto il Museo di Scienze come «un luogo che vuole diventare la casa dei saperi scientifici della città, dove iniziative private si intersecano all'interesse comune».
La serata si aprirà «con una panoramica storico culturale sulla nascita e lo sviluppo delle tecnologie e dell'architettura del verde, con l'illustrazione anche di biolaghiegiardini.it, il primo progetto italiano dedicato ai biolaghi, ecolaghi e biopiscine, sorto sul modello dei Paesi del nord Europa in un'ottica di riappropriazione di un contatto autentico con la natura. Successivamente - annuncia Piva - ci sarà una parte più dettagliata sugli investimenti richiesti e sulle ricadute economiche che queste scelte hanno su chi decide di investirci». IR. PA.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1