CHIUDI
CHIUDI

20.02.2019

Perseguita e picchia
l’amante arrestata
per stalking e rapina

Nel film «Attrazione fatale» del 1987 con Michael Douglas, Glenn Close interpreta una donna stalker
Nel film «Attrazione fatale» del 1987 con Michael Douglas, Glenn Close interpreta una donna stalker

Ferita nell’orgoglio e terribilmente infuriata. Non sono bastate le parole, a calmarla. Lei non ne voleva sapere di troncare la relazione sentimentale. Gliel'aveva detto più volte, all’amante, passando dalle buone alle cattive maniere. E la situazione era diventata - per lui - ormai ingestibile e pericolosa. Tanto che all’uomo - un facoltoso imprenditore bresciano - non è rimasto che chiedere aiuto alla Polizia Locale, unica ancora di salvezza in una notte all'apice della follia. E così a finire in manette è stata la donna, questa volta nel ruolo di stalker. Vittima l'uomo, perseguitato fino a temere per la propria incolumità. Domenica sera l'epilogo.

NON SONO ANCORA le 21 quando una pattuglia della Locale, in transito nel centro storico di Brescia, viene raggiunta da un 57enne alquanto scosso che riferisce di aver appena avuto una violenta lite sul pianerottolo di casa con colei che ormai reputa una ex. Una donna con la quale il facoltoso imprenditore ha raccontato di aver avuto un rapporto sentimentale particolarmente «generoso», garantendole un tenore di vita alquanto elevato, fatto di lusso e regali, al quale però aveva deciso di porre fine. Lei, invece, no. E domenica sera quel «no» è esploso con tutto il suo carico di rancore. Durante la discussione la 45enne, in uno scatto di gelosia ha strappato di mano il cellulare al 57enne per verificare messaggi e contatti. Forte il sospetto che un’altra donna si fosse insinuata nei pensieri dell’amante. Quando lui le ha chiesto di restituirglielo, lei ha afferrato con forza l’uomo al collo e gli ha strappato gli occhiali dal viso, spezzandoli in due e mettendoseli in borsa. È a quel punto che il 57enne si è allontanato di fretta dall’abitazione, temendo il peggio. Poi l’incontro con una pattuglia.

IL 57ENNE AVEVA paura di rientrare a casa, per il timore che la ex fosse ancora là, furibonda e violenta. L’imprenditore ha anche raccontato che prima di allora c’erano stati altri momenti caratterizzati da violenza e atti vandalici che lo facevano sentire fortemente minacciato. Temeva per la propria incolumità. Una testimonianza che è necessariamente sfociata in denuncia per molestie e violenza privata. Ma quando il 57enne è tornato a casa - accompagnato, su richiesta, dagli agenti - la 45enne era ancora lì, con la sua collera. Seduta in attesa di un secondo round, che non c’è stato.

LA LOCALE ha tenuto i due a debita distanza e si è fatta restituire telefono cellulare e occhiali. Vista la denuncia della vittima e l’aggressione subita, la focosa amante è stata accompagnata al Comando di via Donegani, arrestata per stalking e rapina e messa ai domiciliari in attesa della direttissima. L’imprenditore, finito al pronto soccorso con diversi ematomi guaribili in pochi giorni, è tornato a casa senza ulteriori timori.

Paola Buizza
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1