CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

31.05.2010

Poesia, al concorso Leonessa anche liriche d'oltreoceano


 Foto di gruppo per i piccoli poeti premiati al concorso FOTOLIVE
Foto di gruppo per i piccoli poeti premiati al concorso FOTOLIVE

Il poeta latino Orazio duemila anni fa scrisse in una delle sue odi: «mi sono fatto il monumento più alto e più durevole, che né le tempeste né lo scorrere degli anni potranno distruggere: non morirò mai completamente».
Questo monumento era la sua poesia, un'opera che lo rese immortale, portando il suo nome fino ai giorni nostri. E proprio la poesia è stata la grande protagonista della mattinata di ieri, quando è riecheggiata tra le pareti dell'auditorium San Barnaba di corso Magenta in occasione delle premiazioni del concorso «La Leonessa. Città di Brescia».
LA GARA LETTERARIA, organizzata dall'associazione culturale Sidus, con la collaborazione della Circoscrizione Centro e dell'Assessorato al centro storico, è giunta all'undicesima edizione, e il suo successo cresce di anno in anno. Questa volta sono state più di duemila le liriche ricevute dalla commissione, che ha avuto l'arduo compito di scegliere i vincitori nelle diverse categorie presenti. E, a dispetto del nome, il concorso non ha interessato solo i poeti della nostra città, ma ha persino varcato i confini nazionali: alcuni componimenti, infatti, sono arrivati dalla Germania, dal Canada e dal Brasile.
«In ognuna delle sette categorie è stato veramente difficile scegliere il vincitore - ha affermato Alessia Biasiolo, presidente di Sidus - perché la qualità dei componimenti cresce continuamente, segno della grande sensibilità verso la poesia, che è regina del tempo e supera le mode, ed è in grado di impersonare l'essenza dell'uomo in piccoli gioielli di passione».
Per la sezione «Tema libero», tra gli studenti delle elementari ha trionfato la piccola Annalisa Bontempi, che frequenta la Scuola primaria «A. Lozzia» di Gardone Riviera, con «La filastrocca dei desideri», premiata - ed è la prima volta in undici anni per una scuola primaria - con la Targa Inverardi, in qualità di componimento più rappresentativo per la categoria.
ANNA POMARI, DELLA scuola secondaria di primo grado «Agli angeli» di Verona, con «La primavera è in arrivo» ha invece vinto sui pari età. Tra gli adulti il primo premio è andato a Melina Giannuso di Ravenna con la sua «Scandisce un ritmo diverso questo tempo». Nella sezione a tema «La musica: poesia dell'anima», Elena Bugini di Dalmine ha vinto con una lirica intensa e coinvolgente dal titolo «Soffio di salmo». «Sgolar verso ‘l sol» di Anna Maria Lavarini di Verona ha trionfato nel campo dei «Dialetti italiani», mentre nelle poesie scritte in dialetto bresciano la giuria ha scelto di premiare «Pensér che s'encaàla» di Ernesto Guerini di Sale Marasino.
Nella sezione «Lingua straniera» Matteo Pazzi di Ferrara si è aggiudicato la prima piazza con il componimento in spagnolo «Mar», mentre ad Anna Maria Monchiero è andata la vittoria per la sezione speciale di quest'anno, con una silloge di venti poesie intitolata «Chiaroscuro».
Tutte le poesie vincitrici, ma anche quelle che si sono aggiudicate la seconda e la terza posizione e quelle segnalate dalla giuria, sono state lette dall'attore bresciano Sergio Isonni, voce narrante della manifestazione da ormai dieci anni. Inoltre, la scuola di ballo «DesArt», diretta da Desirée Contraffatto, ha offerto due brevi esibizioni, in una commistione tra ballo, musica e poesia molto apprezzata dal pubblico presente.
«Questo premio è ormai una tradizione importante della nostra città - ha sottolineato Flavio Bonardi, presidente della Circoscrizione Centro - e oltre a varcare i confini italiani, ha avuto il merito di superare anche le mura del carcere: sono infatti moltissime le opere pervenute dagli istituti di pena, e negli anni scorsi alcune di esse sono anche state premiate».
E CHE IL PREMIO abbia assunto un peso rilevante è testimoniato dall'invio da parte del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, di quello del Senato, Renato Schifani, e di quello della Camera dei Deputati, Gianfranco Fini, di medaglie che sono state assegnate ai primi tre classificati di ogni categoria.
Manuel Venturi

Manuel Venturi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1