CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.09.2018

Poliambulanza
Triboldi è il
nuovo direttore

Il dg uscente Alessandro Signorini e il nuovo dg Alessandro Triboldi
Il dg uscente Alessandro Signorini e il nuovo dg Alessandro Triboldi

Avvicendamento ai vertici della Poliambulanza: l’attuale direttore generale Alessandro Signorini passa il testimone ad Alessandro Triboldi. Il nuovo direttore, 55 anni, ha ricoperto incarichi di rilievo in istituzioni e società. È stato, tra l’altro, direttore generale del Comune di Brescia e di Centropadane Spa, amministratore unico di Brescia Infrastrutture e presidente del Brescia Calcio. Triboldi entrerà in carica il primo ottobre. Termina dunque la direzione generale di Signorini, 64 anni, medico specialista in anestesia e rianimazione e in igiene e tecnica ospedaliera, che, ha ricoperto incarichi anche nella direzione di vari ospedali tra cui il Civile, Borgo Trento di Verona, il Mellini di Chiari e gli Ospedali Riuniti di Bergamo. Durante la sua direzione, è entrata a regime la nuova piastra multifunzionale, è stata avviata la farmacia automatizzata, la nuova centrale di sterilizzazione, l’impianto di trigenerazione e l’innovativo sistema Leksell Gamma Knife Icon, l’ultima frontiera nel campo della radiochirurgia stereotassica.

ULTERIORI riconoscimenti nazionali e internazionali sono stati raggiunti, l’ultimo dei quali a luglio: la certificazione europea Eusoma per il trattamento del tumore della mammella. «Risultati conseguiti - si legge in una nota diffusa dall’ospedale - anche grazie all’impegno di tutta l’organizzazione e di tutti i collaboratori guidati da una dirigenza che, con competenza e passione, ha saputo coniugare un alto livello clinico scientifico con l’umanizzazione della cura». La direzione deella fondazione esprime gratitudine per l’attività svolta a Signorini e auguri a Triboldi per il nuovo importante incarico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1