CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.03.2018

«Regione, le nostre priorità»

Il podio dell'interesse, in ordine di piazzamento, dice: ambiente (comprese le questioni legate ad agricoltura, caccia e pesca), sanità, infrastrutture. Sono questi i tre temi principali – o almeno i più gettonati – su cui i 10 consiglieri regionali bresciani neoeletti si scaldano in vista del quinquennio al Pirellone. Con una volontà comune: «Brescia deve contare di più». Nel calcolo sugli equilibri regionali, il peso della provincia soffre di una stima al ribasso che – secondo la maggior parte degli eletti, intervistati da Bresciaoggi – non corrisponde alle potenzialità economiche e produttive del territorio. CHI ESCE dalle urne con la spinta maggiore è la Lega. Questione di numeri: da 2 a 4 consiglieri. Se Fabio Rolfi, già presidente della Commissione Sanità, punta a completare il percorso della riforma sulla presa in carico della cronicità, l'attenzione di Floriano Massardi, sindaco di Vallio Terme, è rivolta alla difesa delle piccole realtà territoriali. E ancora Francesco Ghiroldi, che terrà alte le richieste camune, insieme a Federica Epis: per la segretaria del Carroccio a Orzinuovi la difesa del patrimonio culturale bresciano è essenziale. Fronte comune anche da Forza Italia, l'altro grande alleato del centro-destra – che ha visto il trionfo di Attilio Fontana –: il focus di Alessandro Mattinzoli, Claudia Carzeri e Simona Tironi punta, rispettivamente, sul mondo giovanile, le infrastrutture (in particolare l'Aeroporto di Montichiari) e il sostegno alle famiglie. Chiude la coalizione la voce di spicco di Viviana Beccalossi (Fratelli d'Italia), assessore uscente nella giunta Maroni, che ha rimarcato ilconsenso ottenuto da Fontana a Brescia E le minoranze? Ridotte all'osso. A rappresentare il Pd Gian Antonio Girelli, che ha sottolineato le criticità ambientali della provincia. Per il Movimento 5 Stelle, invece, toccherà a Ferdinando Dino Alberti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Jacopo Manessi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1