CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

15.11.2018

«Roberto» rafforza
il primato del
made in Brescia

Il maestro Iginio Massari
Il maestro Iginio Massari

Brescia rafforza la leadership di capitale del dolce con la Pasticceria Roberto di Erbusco: il locale di Giovanni Cavalleri sale in «premier league» conquistando il massimo riconoscimento delle Tre Torte nella guida «Pasticceri&Pasticcerie 2019 del Gambero Rosso», presentata a Roma.

AL VERTICE nazionale s conferma sempre sua maestà Iginio Massari, primo assoluto a 95 punti con la Pasticceria Veneto, per altro solo al comando dalla prima edizione della pubblicazione: se non è un record ci manca poco. La triplice «made in Bs» si completa con Dolce Reale di Montichiari, dove Maurizio Colenghi si vede confermare per il terzo anno consecutivo i 90 punti necessari per guadagnare un podio riservato quest’anno solo a 24 indirizzi in tutta Italia. Onore quindi al «re del cannoncino» Cavalleri, nuovo punto di riferimento di un savoir faire sempre più multifunzionale: brioche, mignon e torte super sono il prerequisito fondamentale della pasticceria 2.0, cui si aggiunge un corollario di servizi d’eccellenza che coinvolgono l’area dell’aperitivo e della pausa pranzo, settore in cui non a caso il locale di Erbusco ha puntato prendendo a bordo uno chef, come Matteo Cocchettim per proporre una carta succulenta di piatti unici e veloci ma di altissimo livello. Le sorprese non finiscono qui, perché è targato «Bs» anche il premio Novità dell’Anno, attribuito dal Gambero a Creazioni di Manerba: la giovane Giulia Cerbononeschi conquista consensi in meno di un anno di attività con «creazioni» che spaziano da dolce al salato «con molti spunti creativi in bilico fra tradizione ed uno sguardo costante verso la modernità». Con questo debutto la capitale della Valtènesi segna per altro una doppia new entry a quota Due Torte grazie anche all’ingresso in classifica di «Di Novo», locale affermato dall’anima mediterranea.

PER IL RESTO da registrare l’ottima performance di Bruno Andreoletti, giovanissimo professionista di grande talento con una vocazione speciale per i lievitati, in crescita sia con il locale di Brescia (l’ex-pasticceria Almici, fino all’anno scorso caratterizzata ancora dalla storica denominazione) che con quello di Offlaga in miglioramento di ben due punti. Progressi anche per FN Nazzari a Iseo, mentre per il resto il quadro è di sostanziale stabilità, con Sirani a tirare la volata a un gruppo d’insegne ormai amatissime del perimetro urbano come San Carlo, Bedussi, Garzoni e Piccinelli per arrivare fino in Valtrompia dove Ugo Sanviti continua a dominare incontrastato a 84 punti con la sua Chantilly.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudio Andrizzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1