CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.02.2018

Sanpolino ha 10 anni
tra nuove speranze
e promesse mancate

Sanpolino è il quartiere più giovane della città. Nato come risposta alla richiesta di edilizia economica popolare, è stato realizzato tra il 2005 e il 2008: quest’anno compirà dieci anni e il quartiere oscilla tra i sogni e le speranze di un preadolescente e le delusioni per non aver visto il suo completo sviluppo. Un ruolo probabilmente determinante è stato giocato dalla crisi economica: a farne le spese è stato il mercato immobiliare, con appartamenti che sono rimasti invenduti per anni prima di trovare un acquirente. Ma anche gli spazi commerciali non sono mai del tutto decollati: negli anni, soprattutto in corso Bazoli, molte attività hanno aperto e chiuso velocemente e poche sono quelle che si possono definire «storiche». Le difficoltà delle attività commerciali sono simboleggiate dalla chiusura di un negozio presente fin dalla nascita del quartiere, «Le fornarine», per una decisione personale della titolare. In corso Bazoli, la via centrale del quartiere, su 16 spazi commerciali solo sei sono occupati: ci sono due bar, due pizzerie-kebab, un parrucchiere e un piccolo negozio di alimentari. MENTRE BAR e parrucchieri non mancano (ce ne sono rispettivamente 5 e 3, di cui uno in apertura), sono altri i servizi che i residenti richiedono: un supermercato, un medico di base, un pediatra e una farmacia. Per quest’ultima sembra che la situazione possa sbloccarsi nelle prossime settimane ma, dopo anni di attesa, il condizionale è d’obbligo. In ogni caso, Sanpolino cerca di trovare una sua identità. Il quartiere è tra i più all’avanguardia della città dal punto di vista tecnologico e le sue vie sono coperte dalla stessa rete wifi che si trova in centro, grazie ad alcuni ripetitori sui lampioni. Il quartiere è anche ben connesso alla città e ai quartieri limitrofi. Il punto nodale è la fermata della metropolitana vicino alla quale è stato realizzato da poche settimane un parcheggio scambiatore atteso per anni e facente parte delle opere complementari previste per la realizzazione dell’opera. Dal punto di vista viabilistico, il quartiere attende ancora l’apertura della strada che collega Sanpolino a via Serenissima: un progetto che il Comune di Brescia ha annunciato per il 2019, con un bando di gara aperto per la seconda parte del 2018. •

Manuel Venturi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1