CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.03.2018

Sempre più iscritti in
Cattolica. E tra due
anni una grande sede

Una crescita dimensionale, uno sviluppo didattico, un aumento degli iscritti. È un’Università Cattolica in espansione quella presentata ieri dal rettore Franco Anelli alle autorità cittadine ospiti del Dies Academicus, l’inaugurazione dell’anno in corso 2017-18. Fra gli illustri presenti anche il vescovo monsignor Pierantonio Tremolada che ha celebrato la Messa nella cappella di via Trieste e ha poi portato il suo saluto dal palco. Nel tempio della cultura, contro le incertezze e le preoccupazioni del momento, Tremolada ha ricordato che «invece delle reazioni immediate, serve il pensiero che aiuta la speranza, che accompagna una lettura riflessiva della realtà». Fra due anni la Cattolica avrà una grande sede che accentrerà tutto a Mompiano, mantenendo solo il palazzo in centro. Questa è la novità più grossa, ma Anelli ha anche potuto annunciare la nuova laurea magistrale di Scienze politiche e sociali, con il curriculum «Gestione delle organizzazioni nei sistemi globali», e un 6 per cento in più delle immatricolazioni, 1201 iscritti più 45 dell’Istituto superiore di Scienze religiose. A tirare sono soprattutto Lingue, Psicologia, Scienze della Formazione; sono stabili Lettere e Filosofia, Scienze matematiche, Scienze politiche. IN TOTALE GLI iscritti erano 3345 nel 2016-17, sono 3696 nel 2017-18, più 125 dell’Istituto. La gran parte, 3131, sono nelle lauree triennali e magistrali a ciclo unico. I laureati nel 2016-17 sono stati 520 e sono ormai più di 20mila i laureati dalla fondazione in città mezzo secolo fa. A un anno dall’alloro, dicono le analisi, è occupato l’81 per cento, a cinque anni il 94 per cento, percentuali che salgono per i titoli a ciclo unico. La soddisfazione del percorso di studi e dell’inserimento lavorativo è leggermente calata, dal 90.8 per cento del triennio 2014-16, all’89.4 dell’anno scorso. Ma, secondo il Qs Graduate Employability Rankings 2018, gli studenti dell’ateneo nel suo complesso figurano tra i più ricercati dalle aziende a livello globale, dove sono al 118° posto nel gradimento dei recruiter, al terzo in Italia. Il nuovo corso di laurea Geor vuole formare professionisti capaci di gestire i processi aziendali, dal punto di vista delle risorse umane e del general management, con sbocchi sia nel mondo delle imprese che in quello della comunicazione e marketing. Alla Cattolica è stata inoltre assegnata una cattedra Unesco, la prima per Brescia, dedicata alla «Educazione per lo sviluppo integrale dell’uomo e per lo sviluppo solidale dei popoli». E proprio al preside della facoltà di Scienze politiche, Guido Merzoni, è stata affidata la lectio magistralis di quest’anno, «Orientarsi nel cambiamento d’epoca: scenari globali, sfide e opportunità per lo sviluppo». Il cattedratico ha parlato delle disuguaglianze che crescono, della perdurante finanziarizzazione dell’economia. Di fronte a questo quadro è chiaro «che il cambiamento va governato- ha concluso Merzoni- per cui occorre il rilancio dell’azione politica a ogni livello». •

Magda Biglia
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1