CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

10.07.2018

Smartphone, un’escursione per usarli al meglio

Smartphone: opportunità e sfide
Smartphone: opportunità e sfide

A che età è giusto dare il primo telefono a un bambino? Cosa faccio con mio figlio che ha già WhatsApp, ma avendo meno di 16 anni non dovrebbe averlo? Come si può evitare di diventare dipendenti dai social media? Perché le persone stanno così tante ore incollate al proprio cellulare? SONO ALCUNE delle domande sempre più frequenti in un mondo in cui siamo immersi in un «bagno» di schermi digitali. Le risposte non sono semplici e univoche, anche perché si tratta di una condizione estremamente nuova per l’uomo: fino al 2007 gli smartphone non c’erano, ora sul pianeta ci sono più persone con un cellulare (6 miliardi) di quelle con l’accesso a una toilette (4,5 miliardi). Nel 1995 meno dell’1% della popolazione era connessa alla rete, oggi si arriva al 54%. Va ricordato che le aziende produttrici delle piattaforme web usate da tutti quanti (da Facebook a Google, da Instagram e Whatsapp) hanno come obiettivo il loro profitto e non tanto quello di aumentare il benessere e la salute dei suoi utilizzatori. E il loro profitto deriva in primis dalla quantità di ore che le nostre pupille stanno incollate allo schermo, per motivi di intrattenimento o altro. Detto questo non bisogna dimenticare che la tecnologia ha ampliato le possibilità di sviluppo dell’essere umano, in termini di conoscenza, comunicazione, ispirazione, immediatezza, etc. Il punto è semplicemente riuscire a utilizzare gli strumenti digitali con la testa, sviluppando il senso critico quando ci si trova di fronte a una piattaforma web, ponendoci domande in modo da non diventare automi che scrollano lo schermo casualmente e dopo 20 minuti di click & share non sanno perché l’hanno fatto. Ecco perché è opportuno porsi delle domande sull’utilizzo che facciamo dei media digitali. A Ponte di Legno sono fissati due appuntamenti proprio su questo tema. Venerdì 13 luglio, dalle 21 in sala consigliare, una serata aperta a tutti con lo psicanalista e autore del libro «Nasci, cresci e posta», Alberto Rossetti, per parlare di bambini e social media. Domenica 15, alle 10, la guida ambientale escursionistica, Matteo Aielli, e la psicologa, Monica Bormetti, condurranno un’escursione digital detox: una giornata in cui passeggiando nella natura del parco dell’Adamello si impareranno strategie per utilizzare al meglio i media digitali. Per l’escursione l’iscrizione è obbligatoria entro sabato 14. Per informazioni: 349/0970979 info@smartbreak.it. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1