CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.05.2018

Storie di alternanza, premiata l’eccellenza

I rappresentanti dei sei istituti superiori bresciani premiati nell’ambito del concorso di Unioncamere
I rappresentanti dei sei istituti superiori bresciani premiati nell’ambito del concorso di Unioncamere

Hanno partecipato in tredici, sette licei e sei istituti tecnici, sei sono stati premiati. Ieri nella sede della Camera di commercio, in via Einaudi, sono state consegnate le targhe e gli «assegni» per i tre podi liceali e i tre tecnici del concorso indetto da Unioncamere dal titolo «Storie di alternanza». Obiettivo dell’iniziativa dare giusta visibilità ai progetti realizzati, creare modelli esportabili, potenziare la collaborazione fra parti coinvolte, ente camerale compreso che ha fra i suoi compiti istituzionali l’input per l’alternanza scuola-lavoro e stanziamenti a suo favore. Al primo posto per i licei si è classificato il Copernico di Brescia, al secondo l’Antonietti di Iseo, al terzo il Calini sempre di Brescia. Fra i tecnici ha vinto il Don Milani di Montichiari seguito dall’Ei- naudi di Chiari e dal Marzoli di Palazzolo sull’Oglio. Fra i progetti, annuali, biennali o trimestrali la simulazione di un’impresa, l’apertura di un giornale online, una mappatura, il tutto legato al territorio di competenza. Esiste anche un catalogo nell’ambito della Bassa, con oltre cento indicazioni di programmi, intitolato «Genera-azione», a cui è possibile aderire. La giuria, composta da Antonella Vairano per la Cdc, da Patrizia Bonaglia per l’Ufficio scolastico provinciale, da Fabrizio Martire, Ceo di Gummy industries srl, partner di Talent Garden, ha visionato dei video prodotti dai ragazzi sulla loro esperienza e ha assegnato i riconoscimenti in denaro, 1200 euro ai primi classificati, 800 ai secondi, 500 ai terzi. Inoltre le due scuole salite sul podio più alto sono ammesse alla fase della finalissima nazionale, con la possibilità di un altro posizionamento e altri premi. La cerimonia relativa si terrà a Roma il prossimo 30 maggio. Il segretario generale della Camera di Commercio Massimo Ziletti ha ieri ricordato le principali operazioni portate avanti, compreso il registro nazionale delle imprese, punto di incontro fra i due interlocutori dell’alternanza scuola-lavoro, per i quali sono stati pure organizzati seminari ad hoc. C’è un bando per Mpmi del 2017 che ha dato contributi per l’accoglienza degli studenti stanziando 124mila euro per 148 domande. A breve uscirà il bando 2018, con altri fondi. Collaborazioni sono state avviate con la Fondazione del Castello di Padernello e con l’associazione Smart Future Academy. La fondazione si fa tramite tra i suoi artigiani e i centri di formazione professionale della zona, oltre a proporre un corso di auto orientamento per gli alunni delle medie. Con l’Academy è stata organizzata a Brixia Forum una giornata di workshop e incontri con testimonial di successo che ha interessato 2500 studenti delle superiori. Si ripeterà l’anno prossimo. Con i «Martedì della Camera di commercio» gratuitamente vengono offerti a tutte le scuole secondarie di secondo grado due format legati alle nuove tecnologie, all’industria 4.0, all’attività di impresa e di avvio di start up. Ai ragazzi in sala ieri Martire ha sottolineato le potenzialità del mercato del lavoro bresciano e i nuovi lavori che verranno richiesti dalla rivoluzione tecnologica. LE RILEVAZIONI di Excelsior Informa, progetto di Unioncamere, prevedono per il periodo maggio-luglio nel Bresciano 10mila ingressi lavorativi, al 78 per cento di dipendenti, uno su quattro a tempo indeterminato. I profili più richiesti restano nella zona gli operai specializzati, conduttori di impianti, 41 per cento, ma ci sono margini anche per le professioni commerciali, 30 per cento, per i tecnici e i dirigenti, profili high skill, 12 per cento. Il 36 per cento delle richieste è per under 30. Nei video, al momento però, gli iscritti agli istituti tecnici, parlando del futuro, si vedono attore di teatro, fisioterapista, ragioniere, i liceali dentisti o avvocati. Il che fa capire le difficoltà e la necessità di momenti come quello dell’alternanza per far conoscere quali sono le caratteristiche del mercato del lavoro. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Magda Biglia
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1