CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

21.04.2017

Tra la ex e la multa:
funzionario della
prefettura indagato

Il tribunale di Brescia FOTOLIVE
Il tribunale di Brescia FOTOLIVE

Una vicenda in cui una cosa è certa. Davanti a un giudice, chiamato a pronunciarsi sugli alimenti da versare in seguito alla separazione, lei ha dichiarato circostanze da rendere necessario l’intervento della procura. E per questo ora c’è una richiesta di rinvio a giudizio. Il processo lo chiede, nei confronti dell’ex compagno, la procura di Brescia. Chi rischia di finire a giudizio, in caso di pronuncia sfavorevole del gup, nei suoi confronti, è un funzionario della prefettura e l’accusa nei suoi confronti è di corruzione. Si sarebbe adoperato, secondo quanto avrebbe dichiarato l’ex compagna al giudice chiamato a pronunciarsi sugli alimenti, per far sospendere una multa al compagno della ex. E a dire della donna questo sarebbe avvenuto, sulla base di un accordo tra loro: multa sospesa e fine del pagamento degli alimenti.

COMPLETAMENTE diversa la versione della difesa del funzionario, rappresentata dall’avvocato Luca Metelli.

Il proprio assistito non avrebbe avuto alcun bisogno di “sistemare“ la questione alimenti, intervenendo in prefettura, e questo è documentato sulla base di una serie di atti. C’è quello firmato negli anni ’90, quando lui s’impegnò a versare gli alimenti fino alla laurea della figlia. Ma, secondo quanto risulterebbe al legale, la figlia non si sarebbe mai iscritta all’università e adesso avrebbe un lavoro. Per questo quindi verrebbe meno l’accordo.

Ma una volta davanti al giudice l’ex compagna avrebbe sostenuto che l’accordo sarebbe cessato per l’ «aiuto» dato dal funzionario della prefettura nell’arrivare alla sospensione della multa. Un aiuto «concreto», è parso di capire, al punto che il giudice rimase allibito. Da parte del funzionario è sempre stato spiegato che l’aiuto si sarebbe limitato a indicare a come e dove avrebbe potuto scaricare il modello da inoltrare alla prefettura. Per la cronaca il ricorso sarebbe stato respinto. Ora però il funzionario è indagato per corruzione e per lui si chiede il processo. M.P.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1