CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.10.2017

Via Duca degli Abruzzi
Ecco la nuova rotatoria

Il taglio del nastro della nuova rotatoria in via Duca degli Abruzzi
Il taglio del nastro della nuova rotatoria in via Duca degli Abruzzi

Un’opera attesa da anni, per smaltire il traffico in una zona in cui la viabilità è congestionata per la presenza di scuole e presidi sanitari: i lavori per la realizzazione della rotonda di viale Duca degli Abruzzi si sono conclusi circa un mese fa e ora sono state completate anche tutte le opere complementari e di abbellimento, con la piantumazione delle aiuole.

«L’OPERA si sarebbe dovuta realizzare anni fa, a scomputo di oneri di urbanizzazione, ma non se ne fece nulla a causa del fallimento dell’azienda: noi abbiamo riscosso la fidejussione e fatto partire i lavori, che come promesso si sono conclusi prima dell’inizio delle lezioni», ha ricordato l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Brescia, Valter Muchetti. La rotatoria era inserita nel programma triennale delle opere pubbliche, per sostituire l’incrocio semaforizzato in un’area che nel documento di relazione sul Pgt veniva definita «arteria congestionata»: «Qui ci sono i licei Copernico e Leonardo e l’Asl: abbiamo aumentato la fluidità della via, ma anche la sicurezza, con la realizzazione di una fermata dell’autobus separata dalla strada», ha notato Muchetti. Inoltre, in collaborazione con la Provincia, una piccola porzione del giardino antistante al Copernico è stata ridotta per creare una pista ciclabile, mentre sono stati eliminati i parcheggi nell’area antistante allo stesso liceo.

«I lavori sono costati 300 mila euro e le aziende che le hanno realizzate, la Mazza e la Sole Immomec, hanno lavorato nei tempi e con grande capacità nella risoluzione dei problemi», ha notato Alessandro Baronchelli, dirigente del Settore strade del Comune. Il sindaco Emilio Del Bono ha spiegato la filosofia con cui è stata progettata la rotatoria: «Abbiamo puntato sulla sicurezza di pedoni e ciclisti anche riqualificando l’illuminazione. Investiamo nella vivibilità della ciclopedonalità, come le grandi città del nord Europa, anche per cambiare la qualità della vita». «Finalmente l’amministrazione ha sbloccato una situazione ferma da anni: la rotatoria era la priorità per la zona», ha spiegato il presidente del CdQ Porta Cremona-Volta, Giacomo Sandrini.

Manuel Venturi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1