CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.04.2017

Da Bedizzole alla Patagonia
per stabilire un record da urlo

Matteo Bertè davanti alle Torres del Paine, nella Patagonia cilenaIl protagonista del record in Cile
Matteo Bertè davanti alle Torres del Paine, nella Patagonia cilenaIl protagonista del record in Cile

Matteo Bertè, sportivissimo 37enne cresciuto tra le mura del castello di Bedizzole ma ora residente a Padenghe, è entrato nella storia del Parco Nazionale di Torres del Paine, in Patagonia, dove ha polverizzato ogni record: ha percorso andata e ritorno del sentiero che porta dal rifugio al campo base Mirador in cinque ore e mezza invece che in nove, primato precedente.

Il parco è un gioiello incastonato nella provincia di Ultima Speranza, nella regione di Magellano e dell’Antartide Cilena: dichiarato bene protetto dall’Unesco e Riserva della Biosfera, ha cime che sono simboli della Patagonia.

«Il tempo della “camminata”- racconta Matteo con ironia e modestia - è stato quasi casuale: l’ultimo minibus che arrivava al rifugio partiva alle 17,30 e il primo arrivava alle 9,30, ma raggiungere dal rifugio il campo base avanzato in un giorno sembrava impossibile. Davanti a me c’erano un americano ed un cileno, ma quando il vento ha cominciato a sferzare il cammino, invece di rallentare, come hanno fatto loro, ho accelerato e ho raggiunto il campo in un tempo straordinario».

Il personale del parco gli ha chiesto dove fosse arrivato e, lui sbalordendo gli increduli presenti, ha mostrato le fotografie del campo base. L’amministrazione del parco gli ha quindi inviato via mail l’attestato del record.

Matteo è un metro e 90, fisico atletico, iscritto al Cai di Desenzano e per 19 anni volontario istruttore del Cosp di Bedizzole. Stimato tecnico informatico, ha viaggiato per mezzo mondo, dall’Himalaya all’Islanda. Ma è un uomo in carne ed ossa.

Nel 2003 ebbe un terribile incidente, sull’ambulanza, in cui morirono due soccorritori. Matteo entrò in coma, ,a la sua voglia di vivere gli permise di uscirne e oggi cammina sulle tracce dei più grandi scalatori della storia. N.AL.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1