Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 22 settembre 2018

Le mamme hanno vinto:
la scuola resta «intera»

A Bedizzole le mamme delle seconde medie hanno vinto la loro battaglia d'agosto, evitando la soppressione di una classe. I genitori avevano esposto con una lettera al dirigente scolastico dell'Istituto comprensivo i disagi dei loro ragazzi, chiedendo in una lettera di non sopprimere nessuna delle sei classi seconde.

I ragazzi coinvolti erano circa un centinaio: il problema coinvolgeva tutte le sezioni, tranne la «B» che attua il tempo prolungato. Eppure la scuola aveva beneficiato di 100mila euro dal governo per rendere più efficienti e più sicuri gli spazi.

Alla fine ha prevalso il buon senso: gli appelli delle famiglie sono stati ascoltati e non ci saranno soppressioni.

I genitori, tramite i loro rappresentanti che hanno avuto in Patrizia Menchiari la loro portavoce, hanno scritto una nuova lettera al dirigente Vincenzo Falco, ringraziandolo per aver salvato le seconde e dichiarandosi disponibili al dialogo e alla collaborazione con la scuola. N.ALB.