CHIUDI
CHIUDI

05.10.2018

Rubava ottone in fabbrica Preso l’operaio «infedele»

Rubati quintali di  ottone e rame
Rubati quintali di ottone e rame

Rubava prodotti e materiali dalla fabbrica in cui lavorava, non solo con perfida slealtà, ma anche con incredibile disinvoltura e in quantità davvero «industriali»: un ammanco di parecchi quintali di ottone e rame, che non poteva passare a lungo inosservato e che infatti lo ha portato agli arresti domiciliari. SONO STATI i carabinieri della stazione di Bedizzole, a seguito della denuncia di furto del titolare dell’azienda, che produce motori elettrici, a porre fine alle ruberie dell’operaio infedele, colto con le mani nel sacco dopo averlo atteso all’uscita dal lavoro. Si tratta di un 48enne di nazionalità moldava che abita a Rezzato, già noto alle forze dell’ordine. A conferma dei sospetti, è stato perquisito all’uscita dal capannone: aveva nello zainetto circa 5 chili di ingranaggi in ottone appena sottratti dalla fabbrica. Per lui era un’abitudine, tanto che nella sua abitazione, a Rezzato, i carabinieri di Bedizzole hanno rinvenuto altri 700 chili di rame e ottone per un controvalore di circa 5 mila euro, oltre ad altri 15 chili di ingranaggi in ottone dello stesso tipo di quelli rinvenuti al controllo nel suo zainetto. L’OPERAIO, dopo il riconoscimento della refurtiva da parte del titolare dell’azienda, è stato quindi tratto in arresto dai militari e ha trascorso la notte ai domiciliari. L’arresto è stato quindi convalidato dal Gip ed è stata fissata anche la data del processo, che si svolgerà tra due mesi, su richiesta dell’avvocato difensore.

R.P.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1