CHIUDI
CHIUDI

30.11.2018

«Stop ai rifiuti della Fusina» Comitati sul piede di guerra

Stefano Apuzzo, ex deputato
Stefano Apuzzo, ex deputato

Il Comitato cittadini e Laboratorio ambiente scrivono al ministro dell’Ambiente, alla Regione e alla Provincia chiedendo di bloccare l’iter autorizzativo dell’impianto A2A, progettato per produrre compost e biometano dalla valorizzazione della «Forsu», i rifiuti solidi urbani, che dovrebbe sorgere in località Fusina a Bedizzole, ma a ridosso del confine con Calcinato. «L’IMPIANTO non deve sorgere in quell’area, già satura di discariche e siti di reattamento rifiuti - dichiarano Laura Corsini e Attilio Bonetta -. Rileviamo - aggiungono - come gli impianti per la produzione di biometano siano catalogati dalla normativa come industrie insalubri di prima categoria. La zona è già disseminata di siti ad elevato impatto ambientale, eppure non è stato realizzato alcuno studio sull’indice di pressione, la cui cogenza è ribadita dal Consiglio di Stato». Il sito prescelto per l’impianto poi è un’area archeologica definita «a rischio medio alto» dalla Soprintendenza archeologica, delle Belle arti e del paesaggio delle Province di Brescia e di Bergamo, in occasione della Conferenza dei servizi tenuta in Provincia il 18 giugno». Secondo l’economia circolare e relative direttive europee - annota l’ex parlamentare Stefano Apuzzo, ora direttore di Laboratorio Ambiente - la frazione umida dei rifiuti urbani ha un valore economico e va assegnata con gara di evidenza pubblica al miglior offerente: che A2A che, tramite Amsa e altre controllate, raccolga l’umido e lo consegni ai suoi impianti è illegittimo e ciò è già stato segnalato all’Autorità garante per la concorrenza del mercato e all’Anac». •

F.MAR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1