CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

04.11.2017

Centro sportivo, via libera al mega restyling

Il centro sportivo di Limone: per il futuro si pensa a meeting internazionali di atletica e tornei di calcioIl manto resterà in erba naturaleNiente stop ai voli notturni del 112
Il centro sportivo di Limone: per il futuro si pensa a meeting internazionali di atletica e tornei di calcioIl manto resterà in erba naturaleNiente stop ai voli notturni del 112

Un centro sportivo di livello internazionale. È quello che diventerà il campo comunale di via Fasse a Limone sul Garda al termine dell’imponente restyling ai nastri di partenza tra pochissimi giorni. «Domenica 12 novembre - illustra il sindaco Franceschino Risatti - sarà l’ultima partita che vedrà impegnata la nostra squadra di calcio sul vecchio campo. Poi sfrutteremo la sosta trimestrale del campionato - la Limonese è iscritta ai gironi trentini di Terza categoria - per iniziare le opere di riqualificazione che dureranno più o meno otto mesi». Per effetto dei lavori tutte e sei le squadre della Limonese, attorno alla quale gravitano numerosi giovani e giovanissimi provenienti da Gargnano, Tignale e Tremosine, troveranno temporanea accoglienza sui campi limitrofi di Riva del Garda.

«NON SARÀ in ogni caso interrotto il servizio di elisoccorso notturno in funzione dal luglio del 2016», specifica il sindaco Risatti. Dei dodici «siti hems» localizzati in provincia di Brescia (luoghi disponibili all’attività di elisoccorso notturno in aree non convenzionali, come i campi sportivi, collocate in punti logisticamente strategici), quello di Limone è infatti uno dei tre che si trovano sulla sponda bresciana del lago con Desenzano e Toscolano Maderno.

«Proprio per questo motivo - spiega il sindaco di Limone Risatti - non è stato possibile sostituire il manto erboso del campo da calcio con il sintetico». 499.500 euro è il costo complessivo del mega intervento, destinato a coprire il rifacimento del campo da calcio (134.600 euro), la rigenerazione del fondo in gomma della pista di atletica attorno al campo (110.000 euro), più la sistemazione delle gradinate (25.260 euro) e la posa dei seggiolini (12.900 euro). Verrà inoltre realizzato un nuovo impianto per l’irrigazione (29.260 euro) e verrà riqualificata la pavimentazione antistante gli spogliatoi (20.690 euro), oltre al rifacimento della copertura (30.164 euro).

LA RIMANENTE somma è destinata ovviamente a coprire l’Iva, alle spese tecniche e agli eventuali imprevisti dell’ultima ora. Per un finanziamento proveniente lo scorso anno dal Fondo dei Comuni confinanti (ex Odi) destinati a sostenere progetti strategici dei territori che confinano con il Trentino. «La nostra volontà a lavori completati – spiega infine Risatti - è di utilizzare l’impianto per meeting internazionali di atletica o tornei di calcio, sulla falsariga del Viareggio o del Beppe Viola di Arco».

Luciano Scarpetta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1