CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

16.07.2017

Dal Garda emerge un altro «mostro»

Alberto Rania con la sua preda
Alberto Rania con la sua preda

Continuano a emergere «mostri» dalle acque del lago. Dopo la cattura record nei giorni scorsi a Gargnano della trota di 13 chili e 200 grammi portata a riva dal pescatore professionista Luca Dominici, un nuovo esemplare di quasi identiche proporzioni è stato pescato nel golfo di Riva. A catturarlo, e non poteva essere altrimenti, Alberto «el pescador» Rania di Riva, che già a maggio aveva preso un luccio di un metro e mezzo, 145 centimetri per 22 chili, il più grosso mai pescato nel Garda. Questa volta si tratta di una trota lacustre del ragguardevole peso di 12 chili e 7 etti, intrappolata all’alba nelle reti posizionate come ogni sera al largo del golfo.

«Per me è la più grossa mai pescata - esclama - e probabilmente la più grossa emersa dalle acque trentine: in passato ne avevo presa una da 11 chili e un amico con la tirlindana da 9 chili, ma questa le batte tutte». Alberto non proviene come i Dominici di Gargnano da una dinastia di pescatori: tre anni fa seguendo l’istinto e la sconfinata passione per questo mestiere, aveva abbandonato il posto fisso in cartiera per dedicarsi alla pesca nel lago e alla vendita diretta del pesce fresco con il suo riconoscibilissimo Apecar. La trota gigante è stata acquistata dall’hotel più prestigioso di Riva, il Lido Palace.L.SC.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1