CHIUDI
CHIUDI

15.03.2019

«È un Comune immobile» L’opposizione all’attacco

Dall’opposizione di centrosinistra, con una conferenza stampa «fiume», piovono accuse di immobilismo e di opacità sull’amministrazione comunale di Desenzano. «Da tre mesi non viene convocato il Consiglio comunale, e non è la prima volta che succede, alla faccia del confronto democratico. Addirittura un anno e mezzo - attacca l’opposizione - è trascorso invece dall’annuncio dell’Osservatorio sulla Tav: se ne parla dal settembre 2017, ma ancora niente». Altra accusa di immobilismo: «La passeggiata a lago resta spezzata alla Lepanto, la riqualificazione del lungolago non si vede, ma non partiranno nemmeno i lavori annunciati alla Maratona e al vicino tratto di passeggiata. È impossibile che comincino tra un mese: se ne parlerà forse in autunno, vedremo». Così il centrosinistra di Desenzano torna alla carica, con queste e altre accuse, per voce dei consiglieri Rosa Leso e Maurizio Maffi (Pd) e Valentino Righetti e Stefano Loda (Righetti per Desenzano). «Stava per concludersi un altro soporifero trimestre - incalza la minoranza - quando improvvisamente è arrivata la convocazione di una conferenza dei capigruppo, preludio a quanto pare alla convocazione di un consiglio comunale. Su quali argomenti non si sa, ma non c’è stato il tempo di scoprirlo: lunedì mattina la conferenza è stata rinviata a data da destinarsi». Per i consiglieri di centrosinistra è un brutto sintomo: «Forse hanno problemi interni alla maggioranza, forse tra loro non vanno d’accordo, o si parlano nemmeno». La critica si sposta sulle cose dette e non fatte: «La riqualificazione del lungolago doveva essere conclusa in 45 giorni. Sono passati quasi due anni. E fa sorridere amaro anche il tema dell’Osservatorio No Tav: mai visto. Non c’è un’idea di città, si fanno solo piccole cose. Si annunciano i grandi accordi con l’Autorità di Bacino per la riqualificazione della Maratona, ma chissà a quando». •

A.GAT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1