CHIUDI
CHIUDI

05.01.2019

A «Striscia» per indagare sulla morìa degli storni

L’inviato di «Striscia» Edoardo Stoppa intervista Rino Polloni
L’inviato di «Striscia» Edoardo Stoppa intervista Rino Polloni

Le telecamere di «Striscia la Notizia» a Desenzano per parlare della salute della fauna: nella puntata andata in onda giovedì sera, l’inviato «amico degli animali» Edoardo Stoppa è tornato sul Garda per indagare sull’incredibile moria di storni, con centinaia e centinaia di carcasse segnalate e recuperate anche oltre confine, fino a Sirmione. «Un grave fenomeno incredibilmente diffuso e che riguarda un po’ tutta l’Europa», ha spiegato Stoppa, specificando che non ci sono pericoli per la salute umana e che non si tratta di un problema di Desenzano o del basso Garda, ma più generale: morìe di storni, è stato ricordato, si sono verificate anche a Roma, in altre parti d’Italia e all’estero. Ma solo nel Bresciano è stato svelato il motivo, su iniziativa del Comune di Desenzano, che ha fatto esaminare le carcasse: gli storni sono morti per una particolare epidemia di salmonella. SU CANALE 5 è stato intervistato il presidente del consiglio comunale Rino Polloni, tra i primi a interessarsi della questione: «Ci sono storni morti in parecchi Comuni dei dintorni e nel resto d’Italia - ha detto Polloni -. Per questo era importante scoprire la causa».

A.GAT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1