CHIUDI
CHIUDI

29.12.2018

Capodanno blindato tra varchi e divieti

Il capodanno in piazza a Desenzano:  attese migliaia di persone
Il capodanno in piazza a Desenzano: attese migliaia di persone

Nelle piazze suonerà fino a tardi la musica dei dj: tutto intorno, dal tramonto all’alba, saranno operativi i divieti di consumo di bevande in vetro o lattina, niente petardi o fuochi d’artificio, i new jersey in cemento, addirittura undici varchi presidiati di cui sei in presenza delle forze dell’ordine. Anche quest’anno a Desenzano sarà un capodanno blindato: due le ordinanze che regolano lo svolgersi della festa. La prima, che era già in vigore (per la prima volta) nel 2017, prevede il divieto di vendita di bevande d’asporto in vetro e lattina, alcolici ovviamente compresi, il consumo delle stesse nella pubblica via, e pure la somministrazione nei locali attrezzati con plateatici esterni. Poi niente botti: è vietato a chiunque introdurre materiale pirotecnico di qualsiasi genere, in rinforzo al regolamento di polizia che vieta lo sparo di mortaretti e simili sulla pubblica. E chi sgarra rischia grosso: in caso di mancato rispetto delle norme viene applicato l’articolo 650 del Codice penale, sull’inosservanza dei provvedimenti delle autorità, che punisce i negligenti non solo con multe salate, più di 200 euro, ma anche con l’arresto fino a tre mesi. Dal punto di vita viabilistico il lungolago sarà chiuso in anticipo, già dalle 7 di lunedì mattina: il tratto da piazza Feltrinelli a via Gramsci sarà invece chiuso dalle 20, i new jersey in cemento (in funzione anti-terrorismo) saranno posizionati già dalle 17. Sempre in ambito sicurezza, saranno presenti due ambulanze fisse: una in piazza Matteotti e l’altra di fronte a piazza Malvezzi. Ci sono poi gli undici varchi che saranno costantemente presidiati, da piazza Feltrinelli fino alla rotonda del parcheggio Maratona: sei di questi saranno controllati direttamente dalle forze dell’ordine, gli altri dall’organizzazione dell’evento. Certo non sarà facile controllare tutto il centro: anche lo scorso anno i furbetti non sono mancati, qualche petardo di piccolo calibro e bottiglie di spumante. Divieti a parte, c’è anche la festa: al via dalle 21.30 e a cura di Radio Studio Più. •

A.GAT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1