CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.01.2018

Da Mauthausen alle Foibe In viaggio con le scuole per imparare a ricordare

Gli studenti hanno visitato i lager tedeschi e la foiba di Basovizza
Gli studenti hanno visitato i lager tedeschi e la foiba di Basovizza

Un viaggio per imparare a non dimenticare. Non è un gioco di parole ma la filosofia che ha guidato 39 studenti gardesani e i loro insegnanti nei luoghi tragicamente simbolo dell’Olocausto. UN VIAGGIO della memoria che gli stessi protagonisti racconteranno a studenti e cittadini il prossimo 25 gennaio alle 17.30 nella sede della biblioteca comunale di Villa Brunati a Rivoltella. Un’occasione per conoscere sotto una luce diversa i fatti che hanno segnato per sempre la storia dell’umanità. L’iniziativa, promossa da Maria Piras del Centro studi e ricerche storiche dell’Associazione nazionale ex internati nei lager nazisti, è stata presentata ieri dall’assessore alle politiche educative di Desenzano, Annalisa Colombo. «L’Amministrazione Comunale – ha sottolineato Colombo – ha voluto supportare questa esperienza significativa che da diversi anni viene portata avanti coinvolgendo i ragazzi del nostro territorio che a loro volta porteranno la propria testimonianza alla comunità». Sensazioni ed emozioni forti che i giovani delle classi quarte e quinte dell’istituto Bazoli Polo, del liceo Bagatta e dell’istituto alberghiero Caterina Dè Medici e i loro insegnati, Antonella Covelli, Vincenzo Petralia e Concetta Grosso, difficilmente potranno dimenticare. Il viaggio, finanziato da nove Comuni promotori, si è svolto lo scorso novembre e ha visto susseguirsi la visita ai campi di concentramento di Dachau e Mauthausen, al castello austriaco di Hartheim ma anche alla Foiba di Basovizza: un vero viaggio nella memoria delle grandi tragedie di quel periodo storico. «È DIVERSO studiare questo periodo storico sui libri di testo – hanno spiegato gli studenti coinvolti nell’iniziativa – dal vivere in prima persona l’esperienza di conoscere i luoghi dove tutto ciò è avvenuto. Questa esperienza, oltre al forte interesse dal punto di vista storico e umano ci ha fatto capire il grande valore della libertà». Per celebrare la Giornata della memoria, oltre all’appuntamento già citato, verrà proposto domenica 28 alle 16 all’Auditorium Celesti uno spettacolo di parole e musica a due voci con Laura Gambarin e Gianluigi La Torre dal titolo «Il cantico dei cantici». M.L.P.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1