CHIUDI
CHIUDI

09.05.2018

Il Garda scopre la «Formula Indy» del vino

Il Castello ospiterà la prima rassegna dei «Vignaioli indipendenti»
Il Castello ospiterà la prima rassegna dei «Vignaioli indipendenti»

I vignaioli indipendenti e la presa del castello, ode al buon vino e ai bravi produttori: l’antico maniero di Desenzano il 16 e il 17 giugno tornerà ad ospitare alcune delle produzioni vitivinicole più interessanti (e particolari) del Nord Italia, con 45 cantine già confermate e 150 etichette che verranno svelate nella «due giorni», tra banchi d’assaggio e imperdibili degustazioni guidate. Questo è «Vignaioli in castello», prima edizione: dibatti e degustazioni in anteprima il sabato, un grande aperitivo e l’inaugurazione della mostra fotografica a cura di Obiettivo Sensibile, domenica dalle 10 alle 20 l’atteso banco d’assaggio, la mostra mercato con tutti i produttori presenti (ingresso libero in castello, il calice per la degustazione a 10 euro). IL FORMAT riprende quello di «Castello in Bianco», che dopo il grande successo delle due prime ediziuoni da start up delle fiere del vino, ha deciso un cambio di linea: non più solo bianchi, ma tutti i colori del vino. Ma soprattutto la scelta peculiare è la partecipazione dei soli produttori associati alla Fivi, la Federazione italiana dei vignaioli indipendenti nata nel 2008. È la «Formula Indy» del vino: l’associazione raggruppa, così recita lo statuto, solo colui che «coltiva le sue vigne, imbottiglia il proprio vino e cura personalmente il prodotto», insomma i vignaioli che seguono l’intera filiera produttiva, curando di persona ogni passaggio. UN RICHIAMO irresistibile per veri appassionati, enoturisti di passaggio, curiosi della domenica e soprattutto veri wine-lovers: i vignaioli in castello arriveranno dalle tre province che circondano il Garda, dal Lugana alla Val d’Adige o la Vallagarina in Trentino, il Bardolino e la Valpolicella, la Valtenesi e la Franciacorta, e uno special guest - un territorio ospite che cambierà di anno in anno - che quest’anno sarà il Prosecco trevigiano. La manifestazione come sempre è organizzata dagli instancabili dell’associazione VivaBacco, il presidente Enrico Grazioli, il sommelier Juri Pagani, il fotografo e ristoratore Matteo Silva, con il gradito supporto del Comune di Desenzano. Conto alla rovescia: gli aggiornamenti e il programma completo dell’evento sul web e su Facebook. •

Alessandro Gatta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1