CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.05.2018

Il Garda scopre la «Formula Indy» del vino

Il Castello ospiterà la prima rassegna dei «Vignaioli indipendenti»
Il Castello ospiterà la prima rassegna dei «Vignaioli indipendenti»

I vignaioli indipendenti e la presa del castello, ode al buon vino e ai bravi produttori: l’antico maniero di Desenzano il 16 e il 17 giugno tornerà ad ospitare alcune delle produzioni vitivinicole più interessanti (e particolari) del Nord Italia, con 45 cantine già confermate e 150 etichette che verranno svelate nella «due giorni», tra banchi d’assaggio e imperdibili degustazioni guidate. Questo è «Vignaioli in castello», prima edizione: dibatti e degustazioni in anteprima il sabato, un grande aperitivo e l’inaugurazione della mostra fotografica a cura di Obiettivo Sensibile, domenica dalle 10 alle 20 l’atteso banco d’assaggio, la mostra mercato con tutti i produttori presenti (ingresso libero in castello, il calice per la degustazione a 10 euro). IL FORMAT riprende quello di «Castello in Bianco», che dopo il grande successo delle due prime ediziuoni da start up delle fiere del vino, ha deciso un cambio di linea: non più solo bianchi, ma tutti i colori del vino. Ma soprattutto la scelta peculiare è la partecipazione dei soli produttori associati alla Fivi, la Federazione italiana dei vignaioli indipendenti nata nel 2008. È la «Formula Indy» del vino: l’associazione raggruppa, così recita lo statuto, solo colui che «coltiva le sue vigne, imbottiglia il proprio vino e cura personalmente il prodotto», insomma i vignaioli che seguono l’intera filiera produttiva, curando di persona ogni passaggio. UN RICHIAMO irresistibile per veri appassionati, enoturisti di passaggio, curiosi della domenica e soprattutto veri wine-lovers: i vignaioli in castello arriveranno dalle tre province che circondano il Garda, dal Lugana alla Val d’Adige o la Vallagarina in Trentino, il Bardolino e la Valpolicella, la Valtenesi e la Franciacorta, e uno special guest - un territorio ospite che cambierà di anno in anno - che quest’anno sarà il Prosecco trevigiano. La manifestazione come sempre è organizzata dagli instancabili dell’associazione VivaBacco, il presidente Enrico Grazioli, il sommelier Juri Pagani, il fotografo e ristoratore Matteo Silva, con il gradito supporto del Comune di Desenzano. Conto alla rovescia: gli aggiornamenti e il programma completo dell’evento sul web e su Facebook. •

Alessandro Gatta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1