CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

01.02.2018

Padenghe e Desenzano ancora «testa a testa» Ma la corsa è a ostacoli

L’area di cantiere dal porto Villa Garuti alla foce del Rio Maguzzano
L’area di cantiere dal porto Villa Garuti alla foce del Rio Maguzzano

Con un pizzico di ironia, che non guasta mai, la vicenda può essere interpretata quasi come un «testa a testa» tra Padenghe e Desenzano, entrambi vicini alla volata finale per completare le rispettive passeggiate a lago. Entrambi i paesi sono a poche centinaia di metri dal «traguardo» ma si trovano a dover affrontare (e superare) ostacoli non facili: la darsena Lepanto a Desenzano, il porto West Garda di Padenghe. A PADENGHE sono cominciati i lavori per realizzare la tratta dal porto di Villa Garuti alla foce del Rio Maguzzano, al confine con il lido di Lonato. Preventivo da 450mila euro, finanziati in gran parte da Regione e Autorità di Bacino, e passeggiata percorribile già dai primi di maggio. Fatta questa però, rimangono altre poche centinaia di metri tra il porto Garuti e appunto il West Garda, da ricongiungersi con la passeggiata esistente che parte addirittura da Moniga. Nel piano delle opere pubbliche sono già stati inseriti 250mila euro, ma la cifra è indicativa: il progetto è ancora da fare, e in qualche modo dovrà scavalcare il porto privato. «Stiamo lavorando per trovare una soluzione che tenga conto sia delle esigenze dei privati che di quelle dei cittadini che vogliono godere del lago - spiega il sindaco Patrizia Avanzini - ma niente idee faraoniche, ponti o passerelle. Ipotizziamo un passaggio da dietro, interno al porto, tenendo conto della disponibilità del privato dell’Autorità di Bacino». ANCHE A DESENZANO niente ponte, opera per cui il sindaco Guido Malinverno ribadisce la sua «assoluta contrarietà», ma qualcosa comincia a muoversi e forse esiste la possibilità di «sorpassare», nei tempi di completamento, la vicina Padenghe: «Di sicuro la passeggiata la completiamo - spiega Malinverno -: una soluzione realistica potrebbe essere quella di passare dietro alla darsena. Potrebbe pure essere una soluzione temporanea, perché il prossimo anno scade la concessione della Lepanto e l’Autorità di Bacino potrebbe decidere di passare anche davanti. Ma tutto dovrà essere fatto in sintonia con i privati, dialogando con loro». A.GAT.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1