CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.12.2017

Parcheggi, il sindaco pronto al dietrofront

Il parcheggio del Vallone, fra i più importanti del centro storicoIl sindaco Guido Malinverno
Il parcheggio del Vallone, fra i più importanti del centro storicoIl sindaco Guido Malinverno

Alessandro Gatta Parcheggi a Desenzano, adesso l’amministrazione comunale non esclude un passo indietro: niente più aumenti nei parcheggi della fascia a lago, niente più strisce blu in piazzale sotto al castello, ma pure niente più prima ora gratuita per i residenti, il costoso «regalo» che aveva reso necessari gli altri aumenti. Tutto potrebbe rimanere com’è senza «manovre», senza cambiare niente: «Se la nostra manovra è davvero così poco apprezzata dai cittadini, allora faremo le nostre valutazioni - ha detto il sindaco Guido Malinverno -. Non è una vergogna ammettere gli errori, è questione di onestà intellettuale. Se la gente ce lo chiede motivatamente, siamo pronti al passo indietro». LO HA DETTO ieri mattina in castello al’assemblea convocata proprio dal primo cittadino (con l’assessore al bilancio Pietro Avanzi) sulle modifiche al piano tariffario, in vigore da gennaio, in contemporanea al ritorno della prima ora gratis per i residenti. Lo sfogo di Malinverno, oltre ai vari malumori registrati sui social e sulla stampa, è riferito alla raccolta firme che contesta in particolare i 43 nuovi stalli a pagamento di piazzale Fracassi, sotto il Castello, uno degli ultimi posteggi gratuiti rimasti nel centro storico: in pochi giorni sono già più di 200 le firme, tra residenti e commercianti di piazza Garibaldi e dintorni. Con la «manovra», infatti, anche dietro al castello la sosta si paghererbbe 1,50 euro l’ora: rimarranno gratuiti i circa 50 stalli di via Rivali di Sopra e via Fosse Castello. Il nuovo piano tariffario prevede anche aumenti per la tariffa invernale dei parcheggi Maratona, piazza Feltrinelli e piazzale Bagatta (da 1,50 a 2 euro l’ora) e per tutto l’anno nei parcheggi di via Scuole e via Pasubio (da 1 a 1,50 euro). Sono tutte conseguenze dirette della prima ora gratuita per i residenti, che alle casse comunali costerebbe 192mila euro: con piazzale Fracassi se ne recuperano 47mila, con l’aumento delle tariffe altri 173mila. L’ASSESSORE Pietro Avanzi ha presentato anche i dati sull’utilizzo delle aree di sosta comunali di Desenzano. Nel 2016 il Comune ha incassato un milione e 70 0mila euro, di cui il 79% in alta stagione (da aprile a ottobre). Il più redditizio è il Maratona, che da solo vale più di 600mila euro. In tutto l’anno sono più di 813mila le soste, di cui il 69% in alta stagione: in tutto l’anno sono solo 163mila le soste dei cittadini residenti, il 9% del totale. I proventi dei parcheggi servono a finanziare interventi sulla mobilità urbana e il trasporto pubblico locale: poco meno del 40% degli incassi (circa 635mila euro) viene infatti reinvestito negli autobus della linea urbana. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1