CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.01.2018

Parcheggi, l’«ora
gratis» divide
la piazza

Il posteggio del Castello con le strisce blu: ieri insolitamente vuoto
Il posteggio del Castello con le strisce blu: ieri insolitamente vuoto

Alessandro Gatta La prima ora gratuita per i residenti è realtà: nei parcheggi di Desenzano dal 1 gennaio è operativa a tutti gli effetti la parte più consistente dell’annunciata «manovra». IL PRIMO BANCO di prova importante è stato sicuramente il mercato del martedì, ieri mattina: non pochi quelli che hanno usufruito del costo zero per la prima ora di sosta nei parcheggi a pagamento (anche se i dati sensibili arriveranno tra un po’). Nessun problema per i parcheggi a sbarra, quindi Maratona e Vallone: basta inserire la propria D-Park e al momento di saldare il costo della prima ora viene immediatamente azzerato. Qualche difficoltà in più per le aree di sosta a parcometro: a causa di un software che non può essere modificato sarà sempre necessario inserire un pagamento minimo di 10 centesimi. L’altra faccia della manovra: dal 1 gennaio anche i 43 stalli del parcheggio dietro al Castello (piazzale Fracassi) sono tutti a pagamento. Sul tema si erano sollevati gli scudi di residenti e commercianti di via Castello e di piazza Garibaldi: in pochi giorni sono state raccolte più di 460 firme, già consegnate in municipio. I promotori della raccolta firme, tutti residenti e commercianti del centro, hanno sollevato la questione «senza polemiche, ma solo per far emergere una problematica: il rischio è di togliere un parcheggio gratuito per fare uno che durante la settimana potrebbe essere sempre vuoto». IERI MATTINA infatti (complice il mercato) il parcheggio era pieno, ma già nel pomeriggio gli stalli di sosta erano in gran parte vuoti (intorno alle 15 solo cinque o sei auto). Punti di vista: «Per noi questo sarà un parcheggio in più, e non un parcheggio in meno - spiega infatti l’assessore Pietro Avanzi -. Un’area di sosta di nuovo fruibile a cui tanti avevano rinunciato, perchè la trovavano sempre piena». Altri malumori si erano registrati per gli aumenti della tariffa invernale della Maratona, di piazza Feltrinelli e di piazzale Bagatta (da 1,50 a 2 euro) e per tutto l’anno in via Scuole e via Pasubio (da 1 a 1,50 euro). «Abbiamo ritoccato solo le tariffe dei parcheggi di prima fascia – continua Avanzi – e adeguandoli ad altri paesi come Salò e Sirmione, dove comunque si paga ancora di più. E di parcheggi gratuiti in centro ce ne sono ancora tanti: via Cavour, via Marconi, via Caporali». Come già deliberato, continuerà intanto fino al 7 gennaio la gratuità parziale di tutti i parcheggi, dalle 17 in poi: a breve la giunta discuterà la proposta di mantenere le ultime tre ore gratuite per il periodo invernale dal 1 novembre al 31 marzo. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1